NOTIZIE

Donare il sangue a novembre: le date

L’invito alla donazione è rivolto a tutti i cittadini in buona salute e di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Si ricorda che per donare il sangue è necessario avere un peso corporeo non inferiore ai 50 chili. È essenziale recarsi al prelievo a digiuno con l’eccezione di poter bere un caffè, un tè o un succo di frutta. Non è consentito ingerire latte e derivati. (Requisiti) Consultate la locandina nazionale per conoscere le date e le città dove è possibile donare. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155dbaa4c30e396553657532

Vigilanza Privata: senza rinnovo del CCNL non si arriva a fine mese

Un altro accorato appello giunge alla nostra Redazione. E’ l’appello di una guardia giurata che non riesce più a sostenere il carovita e che attende il rinnovo di un CCNL scaduto ormai da troppi anni. In un settore che negli ultimi 10 anni ha ottenuto complessivamente la bellezza di 60 euro lordi di aumento, vivere non è mai stato così difficile.Spettabile Redazione di www.vigilanzaprivataonline.com,

vorrei riportare alla vostra attenzione la grave situazione in cui versano ancora oggi i lavoratori del settore della vigilanza privata e servizi fiduciari. È quasi banale dire che nella situazione di crisi economica generale che ci affligge l’aumento del costo della vita è diventato insopportabile per tutti i lavoratori dipendenti. Per noi, che abbiamo stipendi medi che vanno dai 1.058,06 del 6° livello ai 1.258,88 euro del 4° livello (€ 797,14 livello F, Servizi Fiduciari), il rinnovo del CCNL è la sola speranza per migliorare le nostre condizioni.

Non è invece banale focalizzare la situazione attuale, che vi invito a considerare: il contratto nazionale della vigilanza privata e servizi fiduciari è scaduto ormai dal 31/12/2015. Sono trascorsi circa 46 mesi dall’avvio delle trattative. Dopo lo sciopero nazionale di agosto e il periodo feriale, ci si attendeva un contatto ad opera delle Associazioni Datoriali per la ripresa del confronto in merito, ma ciò non è avvenuto e non vi sono segnali in questa direzione.

Se guardiamo gli ultimi rinnovi, concretizzatisi dopo mesi e mesi dalle naturali scadenze, è come se avessimo saltato un rinnovo, o forse due. Siamo sempre indietro rispetto ad altre realtà, così non solo per la parte normativa ma anche e soprattutto per quella economica (negli ultimi 10 anni questa categoria ha ottenuto complessivamente 60 euro lordi di aumento). Conosciamo con precisione le proposte delle Associazioni delle Imprese che impediscono il rinnovo del contratto nazionale:

riduzione del trattamento e del periodo di comporto anche per l’infortunio;
flessibilità selvaggia e tutta gestita unilateralmente;
riduzione del riposo giornaliero;
riposo settimanale nella media dei 14 giorni e possibilità di spostarlo oltre il 14° giorno;
aumenti salariali insignificanti.

Siamo consapevoli altresì che la bassa sindacalizzazione dei lavoratori non facilita la trattativa e certamente relega questa categoria in un angolo buio che non si merita.

I dipendenti degli istituti di vigilanza privata e servizi fiduciari sono circa 70mila addetti, di cui oltre 41 mila guardie particolari giurate, che ogni giorno svolgono mansioni importanti con dedizione, volontà e responsabilità, adeguandosi ad ogni nuova normativa ricevendo uno stipendio non adeguato.

È pertanto giusto che alle guardie particolari giurate venga finalmente riconosciuto il merito di ciò che ciascuno fa all’interno del proprio istituto di vigilanza privata e che il lavoro svolto venga “pagato” per quanto vale, sia in ragione del rischio, sia in ragione del costo della vita.

Per quanto sopra, in questo momento così difficile, è urgente e importante che si riaprano immediatamente le trattative e si arrivi alla firma di un contratto nazionale unitario, dignitoso e rispettoso della nostra professionalità. Perchè senza contratto non c’è sicurezza.

Sperando che il mio appello non rimanga inascoltato, porgo distinti saluti.

Angelo Sifrido MANCIN

The post Vigilanza leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/lettere-al-direttore/vigilanza-privata-senza-rinnovo-del-ccnl-non-si-arriva-a-fine-mese-8126.html

Category: Lettere al Direttore, Primapagina, ccnl

Incidente ferroviario di Pioltello: la ricostruzione in 3d della dinamica

In un video realizzato dalla Polizia scientifica tutta la ricostruzione tecnica in 3D dell’incidente ferroviario avvenuto il 25 gennaio 2018 a Pioltello (Milano) dove persero la vita 3 persone e 46 rimasero ferite. L’attività è stata sviluppata con tecnologie altamente innovative per l’analisi delle Virtual Evidence ed è il frutto dell’intenso lavoro portato avanti per mesi dai poliziotti del Servizio polizia scientifica, dei Gabinetti regionali e interregionali di Milano e di Padova e della Polizia ferroviaria. Tutto ciò ha permesso ai consulenti tecnici, nominati dalla Procura di Milano, di analizzare nel dettaglio, anche attraverso simulazioni reali con modelli di stampa 3D in scala 1:1 realizzati nei laboratori della Scientifica, la compatibilità morfologica tra le “marcature” prodotte dall’urto sugli elementi di infrastruttura e sulle parti rotabili. Infine, il Servizio polizia scientifica ha proceduto alla rappresentazione tridimensionale dell’intera tratta di linea ferroviaria (più di 2 chilometri), dal “punto zero” al “punto di quiete”. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135db98f9ca2615409273407

Guardia giurata dorme sul lavoro: non è licenziabile

La guardia giurata dorme al lavoro? E’ licenziabile per giusta causa solo se si dimostra che la pennichella configura in concreto un abbandono del posto di lavoro. L’ha stabilito la Corte di Cassazione con Sentenza 25573/2019 in riferimento ad una guardia in sorveglianza notturna in fiera, che si era addormentata su un divano vicino allo stand da proteggere.

The post Guardia giurata dorme sul lavoro: non è licenziabile appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/riforma-tulps/guardia-giurata-dorme-sul-lavoro-non-e-licenziabile-8139.html

Category: Primapagina, Riforma Tulps

Incontro tra il vice capo Rizzi e il presidente dell’Unione petrolifera

Si è tenuto questa mattina a Roma, presso il ministero dell’Interno, un incontro tra il vice capo della Polizia – direttore centrale della Polizia criminale, Vittorio Rizzi, e il presidente dell’Unione petrolifera, Claudio Spinaci, con lo scopo di tracciare un bilancio delle attività congiunte per la prevenzione e il contrasto dei reati in danno agli impianti di distribuzione di carburanti e degli oleodotti e fornire un ulteriore impulso alla collaborazione e allo scambio informativo Nell’ultimo periodo c’è stato un abbattimento degli attacchi agli oleodotti: si è passati da 165 casi di effrazione nel 2015 a 3 nel 2019. Il risultato positivo è stato raggiunto grazie ad una pianificazione di mirate strategie anticrimine e al lavoro congiunto della direzione centrale della Polizia criminale e dell’Unione petrolifera e, a livello locale, delle forze di Polizia in sinergia con le aziende proprietarie degli oleodotti. L’incontro di oggi ha l’intento di proseguire la collaborazione per il futuro con l’obiettivo di ridurre i rischi legati ai movimenti di contanti negli impianti di distribuzione carburanti, connessi anche all’interesse della criminalità in questo settore. A tale scopo sarà fornita ai gestori degli impianti una check list su cosa fare in caso di rapina per tutelare l’incolumità degli operatori e fornire utili informazioni alle forze di Polizia. “La sicurezza passa anche attraverso il coinvolgimento attivo del mondo imprenditoriale ed i risultati ottenuti e quelli che ci aspettiamo con Unione petrolifera ne sono testimonianza” queste le parole del vice capo Vittorio Rizzi a margine dell’incontro. Il presidente Claudio Spinaci, nell’esprimere il proprio apprezzamento al prefetto Rizzi per il lavoro sinora svolto, ha ribadito la piena disponibilità dell’Unione petrolifera a mettere a disposizione tutte le informazioni in possesso per contrastare efficacemente i fenomeni di illegalità che minano il settore, con danni sia per l’erario che per la collettività. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135db9a89b766d1489673960

Osservatorio Federpol: Roma capitale delle investigazioni private

L’Osservatorio statistico 2019 di Federpol, Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni le Informazioni e la Sicurezza, rilascia un interessante quadro del mercato italiano delle investigazioni private, elaborato sulla base dei dati reperibili in Camera di Commercio e nelle singole Prefetture-Uffici Territoriali del Governo.

Secondo Federpol, nel 2018 erano 1898 i titolari di Licenza autorizzati per la Direzione degli Istituti per le Investigazioni Private, per le Informazioni e per la Sicurezza. Si conferma nel comparto un modello aziendale scarsamente dimensionato, composto al 49% da imprese individuali, al 38% società di capitali e dall’11% da società di persone.

Geografia
Il Nord batte il Centro Italia con 844 realtà autorizzate contro 623. Il Meridione conta invece 431 imprese, anche se la Campania è la terza Regione a maggiore densità di investigazioni con 157 imprese (55 solo a Napoli). Nella top regionale vincono, fisiologicamente, Lombardia con 325 imprese e Lazio con 307 imprese, ma è Roma la capitale delle investigazioni con 256 realtà (sono invece 203 a Milano – Monza). L’età media delle imprese è relativamente giovane: 13 anni.

Addetti e fatturato
Quanto al personale, nel 2018 la stima basata sui dati reperiti in Camera di Commercio e proiettati sul resto del campione a seconda della tipologia di impresa, conta un totale di 12.254 addetti (inquadrati full-time e part-time, a tempo determinato e indeterminato).
La stima Federpol basata sui dati reperiti in Camera di Commercio e proiettati sul resto del campione a seconda della tipologia di impresa di capitale, evidenzia un fatturato del settore, a bilancio di esercizio 2017, pari a 203.353.819,00 euro.

In sintesi

Titolari di Licenza: 898
Imprese individuali: 49%
Addetti 2018: 12.254
Fatturato 2017: 203.353.819 euro

Osservatorio Federpol 2019

Osservatorio-FEDERPOL.pdf
Version: 2019

409.0 KiB
0 Downloads
Dettagli

Categoria:DossierData:30 Ottobre 2019

The post Osservatorio Federpol: Roma capitale delle investigazioni private appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/osservatorio-federpol-roma-capitale-delle-investigazioni-private-7896.html

Category: Investigazioni Private, Primapagina, federpol, investigazione

Vigilanza Privata: Fesica Confsal chiede più diritti e azioni condivise tra i sindacati

Il Segretario Generale di Fesica Confsal, Bruno Mariani, denuncia il ritardo – in termini di diritti e buon futuro – riservato ai lavoratori del comparto sicurezza privata. Sottopagati, soggetti a turni massacranti per dei buoni pasto da 4.40 euro e zero indennità anche se indossano un’arma. Completano il quadro un CCNL bloccato da troppi anni e un’identità professionale non al passo con i tempi. “Si tratta dunque di recuperare non solo un gap nei diritti, ma anche di adeguare una figura, quella della guardia giurata, ancora troppo relegata a quella del metronotte” – prosegue Mariani. “Anche per questo motivo l’ex ministro dell’Interno Salvini aveva portato avanti l’intenzione di riuscire a far equiparare, nelle mansioni, gli addetti alla vigilanza privata alle Forze dell’ordine. E recentemente, a livello legislativo, è stata presentata una pdl – a firma dell’onorevole Lollobrigida – per l’impiego delle Guardie Giurate all’estero e alla close protection in Italia, ricco mercato al momento precluso all’imprenditoria italiana”.

Fesica Confsal ha in programma alcune iniziative che auspica possano essere condivise in modo trasversale dagli attori istituzionali e dalle altre OO.SS.

The post Vigilanza Privata: Fesica Confsal chiede più diritti e azioni condivise tra i sindacati appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/rinnovo-ccnl/vigilanza-privata-fesica-confsal-chiede-piu-diritti-e-azioni-condivise-tra-i-sindacati-8122.html

Category: Primapagina, Rinnovo CCNL, ccnl, fesica confsal

Verso un modello di autotrasporto sicuro: i livelli di servizio ANSSAT

Il prossimo 28 Novembre, presso la sede di Confcommercio a Roma, l’Associazione Nazionale Servizi Satellitari e Telematici ANSSAT, federata FederSicurezza, presenterà nuovi livelli di servizio per l’implementazione di politiche di sicurezza su veicoli, mostrando anche una serie di benchmark sugli standard oggi attivi relativi alla sicurezza dell’autotrasporto.

Un tema di particolare interesse per chi a vario titolo si occupa di trasporti e che vedrà l’autorevole partecipazione di rappresentanti del Ministero dell’Interno (Polizia Stradale e Interpol), di Conftrasporto, A.I.Per.T. (Associazione Italiana Periti Trasporti), unitamente ad ANSSAT, FederSicurezza e CoESS (Confederation of European Security Services).

Ma perché definire dei livelli di servizio con standard più elevati? Ai fini della sicurezza antifurto e antirapina, l’implementazione di sistemi di radiolocalizzazione satellitare nell’autotrasporto che ruolo gioca? Nel tempo sono stati riscontrati dei miglioramenti nella sicurezza dei veicoli e dei conducenti?
A queste ed altre domande cercherà di dare risposta il dibattito finale con il pubblico.

Appuntamento il 28 Novembre 2019 presso la Sala Solari di Confcommercio a Roma dalle ore 10:00 alle 12:00.

The post Verso un modello di autotrasporto sicuro: i livelli di servizio ANSSAT appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/verso-un-modello-di-autotrasporto-sicuro-i-livelli-di-servizio-anssat-0879.html

Category: Primapagina, Vigilanza Tecnologica, anssat, federsicurezza

Lecce: inaugurata la nuova sede dell’Anps a Guagnano

Inaugurata a Guagnano, in provincia di Lecce, dal capo della Polizia Franco Gabrielli la nuova sede dell’Associazione nazionale della Polizia di Stato (Anps) intitolata al maresciallo di pubblica sicurezza Giuseppe Barba. Il maresciallo Barba, 49 anni, perse la vita il 25 luglio del 1982 a seguito di una ferita da arma da fuoco riportata alla testa durante una colluttazione avuta con due rapinatori il 15 giugno a Monteroni in provincia di Lecce. Il prefetto Gabrielli, questa mattina, accompagnato dal questore di Lecce, Andrea Valentino ha raggiunto il luogo della cerimonia in cui erano presenti autorità civili e militari, nonché i familiari del maresciallo Barba e quelli di alcune vittime del dovere. Nel corso della cerimonia d’intitolazione il capo della Polizia è intervenuto dicendo “Credo che questa giornata sia carica di significato perché Giuseppe Barba quasi quarant’anni fa, libero dal servizio, decise d’intervenire perché con quel gesto riaffermò un principio fondamentale, si è poliziotti sempre” con questo principio il prefetto Gabrielli ha sottolineato “che ognuno di noi non deve mai perdere di vista il ruolo che ricopre perché i cittadini non ci vedono come semplici dipendenti dello Stato ma come veri e propri presidi di legalità”. Concluso l’intervento i familiari del maresciallo Barba e il prefetto Gabrielli hanno proceduto alla scopertura della targa commemorativa con l’esecuzione del Silenzio d’ordinanza e la benedizione da parte del cappellano della Polizia di Stato. Dopo il tradizionale taglio del nastro, il Prefetto ha fatto visita ai locali della nuova sede. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155db9715c8e5c0611491480

Sfide e opportunità per la vigilanza privata a Fiera SICUREZZA

Dove va il mercato della sicurezza privata italiana? Come può affrontare i robusti competitor europei? Quali spunti può trarre dalle loro esperienze? In che modo la tecnologia può aggiungere valore al cliente finale? E come può il capitale umano restare al centro in un contesto sempre più disarmato e legato alla componente tecnologica? Per riflettere su queste ed altre tematiche, FederSicurezza organizza il prossimo 13 Novembre pomeriggio, presso la Fiera SICUREZZA a Milano-Rho, un convegno intitolato “La filiera della sicurezza integrata: nuove sinergie tra capitale umano, tecnologia e opportunità di business”.

Per fare il quadro dello scenario di mercato italiano, verrà presentato il Rapporto FederSicurezza 2019: uno spaccato su tendenze, sentiment e preoccupazioni del comparto vigilanza e sicurezza privata. La situazione italiana verrà poi messa a confronto con quella dei ben più dimensionati competitor europei: verranno quindi indicati nuovi mercati emergenti, dalla travel security ad un impiego più evoluto e creativo degli addetti ai servizi fiduciari. www.vigilanzaprivataonline.com sarà presente con Ilaria Garaffoni per riferire nel dettaglio.

Appuntamento in Sala Saturno (Padiglione 10) a Fiera SICUREZZA 2019 (Milano-Rho) il 13 Novembre 2019 h. 14.30. I posti sono limitati: per accedere gratuitamente alla fiera, richiedete il codice invito a eventi@federsicurezza.it

The post Sfide e opportunità per la vigilanza privata a Fiera SICUREZZA appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/sfide-e-opportunita-per-la-vigilanza-privata-a-fiera-sicurezza-8098.html

Category: Primapagina, Vigilanza Economica, federsicurezza, rapporto federsicurezza