NOTIZIE

Pubblicato il decreto per l’avvio al corso di formazione di 1.851 allievi agenti della Polizia di Stato

È stato pubblicato il decreto per l’avvio al corso di formazione di 1.851 allievi agenti della Polizia di Stato, selezionati tramite la procedura di assunzione prevista dall’art. 11, comma 2 bis, del decreto-legge n. 135/2018, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 12/2019. Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina del concorso. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165d528125eeec5454664454

Roma: solidarietà e divertimento con la Polizia a Cinecittà world

Una giornata di relax e divertimento per tutta la famiglia in uno dei parchi a tema più belli del nostro Paese dove, oltre alle numerose attrazioni e spettacoli quotidiani, si potranno ammirare uomini e donne in divisa che daranno vita a un grande evento interforze. Stiamo parlando della quarta edizione di “Viva l’Italia”, che nei giorni 6,7,8,14 e 15 settembre si svolgerà a “Cinecittà World”, il parco divertimenti del cinema e della Tv che si trova a Roma, in via Castel Romano 200. Nei giorni della manifestazione tutti i dipendenti delle Forze dell’ordine e delle Forze armate, familiari e amici, avranno uno sconto particolare, pagando il biglietto 12 euro anziché 24. I visitatori potranno trovare degli spazi dove Polizia di Stato, Carabinieri, Aeronautica militare, Marina militare, Esercito e Croce rossa italiana metteranno in mostra le loro “specialità”. I temi scelti per questa edizione sono “Campioni di sport, campioni di vita” e “Il futuro e il digitale”; ma, come ogni anno, la protagonista assoluta sarà la beneficenza. Infatti per ogni biglietto acquistato nei giorni della manifestazione, 2 euro saranno versati agli Enti assistenziali di Forze armate e Forze dell’ordine. Per la Polizia di Stato il ricavato sarà devoluto al Piano Marco Valerio, ideato per aiutare i figli malati dei poliziotti. Nello spazio riservato alla Polizia di Stato ci saranno gli specialisti della Scientifica con il Moving Lab e il Full Back, che saranno esposti insieme alle più recenti tecnologie in uso. Anche la Stradale avrà il suo angolo dove si potrà vedere da vicino la Lamborghini Huracan, che sarà esposta insieme a due moto Bmw.
Tra i mezzi in esposizione si potranno trovare anche la Jeep Renegade del Reparto prevenzione crimine con a bordo il sistema Mercurio e i veicoli storici più significativi degli ultimi decenni.
La manifestazione prevede anche la programmazione di alcune attività d’intrattenimento svolte dagli operatori della Polizia di Stato: nella giornata del 6 settembre, alle 18, saranno le unità cinofile a proporre un saggio dimostrativo, mentre sabato 7, sempre alle 18, ci sarà il concerto della Fanfara a cavallo. Domenica 8 settembre sarà la volta dei Gruppi sportivi Fiamme oro della Polizia di Stato, che, alla stessa ora, metteranno in mostra la bravura di alcuni loro atleti.
Nello spazio espositivo sarà presente anche personale della questura di Roma che illustrerà il progetto “Scuole sicure”, nonché caratteristiche e modalità di impiego dell’applicazione “YouPol”, dedicata ai ragazzi con lo scopo di contrastare il fenomeno del bullismo e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Come acquistare i biglietti

Online: per evitare la fila alle casse, è possibile acquistare il biglietto per una delle date indicate, andando sulla pagina:
https://www.cinecittaworld.it/Vendita/Biglietti-e-prezzi e inserire il codice promo: WITALIAPS In cassa: con la presentazione del tesserino o della locandina dell’evento (stampare una locandina per ogni biglietto da acquistare).
In caso non fosse possibile la stampa, sarà sufficiente far visionare alle casse la comunicazione su tablet o cellulare. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/225d52bc1d4070e941461911

Bari: presi i rapinatori di anziani

Il loro obiettivo erano le persone anziane, in particolare donne di ritorno dalla spesa quotidiana, che venivano aggredite appena varcato il portone di casa e rapinate. Due uomini sono stati arrestati dagli agenti della Squadra mobile di Bari al termine dell’indagine che, grazie all’analisi delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza della zona, ha permesso di ricostruire il modus operandi dei rapinatori e di risalire alla loro identità. Si tratta di due pregiudicati baresi di 44 e 46 anni, che si appostavano nei pressi di supermercati e farmacie, sceglievano la vittima e la pedinavano fino a casa. Dopo alcune settimane di ricerche i Falchi della Mobile barese hanno rintracciato i due malviventi, che, alla vista dei poliziotti hanno tentato di darsi alla fuga, ma senza successo perché poco dopo sono stati bloccati e arrestati. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165d529f99a6518450674936

Ferroviaria: operazione “Summer Clean Station”

Controlli intensificati in particolare nelle 10 principali stazioni ferroviarie del Paese disposti dal Capo della Polizia Franco Gabrielli con l’operazione “Summer Clean Station”. L’operazione, avvenuta dal 2 all’8 agosto, ha avuto lo scopo d’innalzare ulteriormente il livello di attenzione rispetto alle infrastrutture ferroviarie soprattutto in questi giorni di partenze per le vacanze. Identificati 32.305 persone, 19 arrestati, 185 indagati, 199 le sanzioni elevate. Trentasette i minori non accompagnati rintracciati e riaffidati alle famiglie o alle comunità e 44 i cittadini stranieri sul territorio nazionale irregolari. Le stazioni interessate: Torino Porta Nuova, Milano Centrale, Genova P. Principe, Roma Termini, Napoli Centrale, Bari Centrale, Palermo Centrale, Venezia Mestre, Bologna Centrale e Firenze S.M.N. Gli operatori dotati di metal detector, nonché di smartphone di ultima generazione per il controllo in tempo reale dei documenti elettronici, hanno controllato 4.548 persone, 6 arrestati e 26 gli indagati. Sono state elevate 48 sanzioni amministrative, eseguiti 26 sequestri e 22 allontanamenti in base alla normativa sul daspo urbano. Complessivamente la Polizia di Stato ha impegnato 608 operatori, 261 pattuglie. Oltre alla Polizia ferroviaria hanno partecipato anche gli uomini del Reparto volanti, quelli dei Reparti prevenzione crimine, Reparti mobili e il reparto cinofili per il controllo dei bagagli. A Venezia erano presenti anche le U.O.P.I (Unità operative di pronto Intervento), specificamente addestrate per la prevenzione di atti di terrorismo o azioni di natura violenta mentre a Bari Centrale, la Polizia scientifica ha messo in campo il Moving Lab, laboratorio mobile per il riscontro dei rilievi dattiloscopici e la verifica dei documenti falsi. Olivia Petillo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155d4e988a74b10193028431

Il concerto di mezza estate della Fanfara

Tradizionale concerto di mezza estate per la Fanfara della Polizia di Stato diretta dal maestro Secondino De Palma. Ieri sera sul lungomare di Santa Severa (Roma) in molti hanno potuto apprezzare il ricco repertorio musicale dei 50 musicisti della Polizia che hanno eseguito brani popolari come “torna a Surriento” del maestro De Curtis interpretata dal tenore Francesco Grollo, O surdato ‘nnamorato” di Califano e Cannio, il sirtaki de “La danza di Zorba”; si sono cimentati, inoltre, con l’Aida di Giuseppe Verdi fino a uno splendido medley delle più famose hits di Gloria Gaynor. L’esibizione si conclusa con l’esecuzione della marcia d’ordinanza della Polizia di Stato “Giocondità” di Giulio Andrea Marchesini e l’Inno nazionale, “il canto degli italiani” di Michele Novaro, cantato dal tenore Francesco Grollo. Inoltre la cittadinanza ha potuto ammirare le auto e le moto della Polizia di Stato come la famosa Lamborghini Huracan, impiegata dalla Polizia stradale per il servizio di trasporto organi, l’Alfa Romeo 1900, conosciuta come la “pantera dagli occhi gialli” e l’alfa Romeo 1600, protagonista dei film polizieschi degli anni ’70. Anche i più piccoli hanno avuto il loro momento di divertimento con la performance dei cinofili e i loro amici a quattro zampe. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385d4e86510be4d167215746

“Il volo di Mirko” sui cieli di Genova

Volare sull’elicottero della Polizia: questo era uno dei desideri di Mirko Vicini, 30 anni, l’ultima vittima a essere stata estratta dalle macerie del crollo del ponte Morandi di Genova. Il suo desiderio è stato esaudito il 18 ottobre dello scorso anno con la signora Paola, mamma di Mirko, che ha volato sui cieli di Genova con l’elicottero del Reparto volo di Milano Malpensa, indossando una felpa del figlio. Con l’aiuto di due poliziotti della sezione della Polizia stradale di Savona e di una psicologa del servizio psicosociale della Croce Rossa Italiana di Varazze che ha assistito Paola nei giorni delle ricerche delle vittime e che ha raccolto le sue confidenze, il desiderio di Mirko si è realmente avverato. A quasi un anno di distanza dal crollo, la Polizia di Stato e la signora Paola hanno voluto rendere pubblico il video realizzato durante il volo: e ciò che doveva portare solo un po’ di conforto alla sua grave perdita è diventato così un toccante messaggio di vicinanza e speranza per tutti i familiari delle 43 vittime di quella tragedia. Olivia Petillo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155d4e73253a302701480845

Firenze: chat dei videogiochi nel mirino della Postale

La Polizia postale di Firenze, nell’ambito di indagini al contrasto della pedopornografia online, ha registrato un crescente aumento dei reati di adescamento in danno di minori attraverso l’utilizzo di giochi online. Inizialmente gli adulti conquistano la fiducia dei minori partecipando alle chat dei videogiochi e poi si spostano su altre piattaforme di messaggistica privata per richieste più esplicite dal contenuto sessuale. È emerso che allo scopo di ottenere file, video e foto di nudo dei loro interlocutori minorenni, gli adulti abbiano talvolta offerto ricariche utili all’acquisto dei cosiddetti skin, aggiornamenti del gioco che consentono un miglioramento della grafica, audio e di altri servizi che agevolano il giocatore ad avanzare nel gioco. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155d4d82cb8ce01270199211

Catania: rivelavano su Facebook i posti di blocco, denunciati in due

A Catania sono state denunciate due persone, di 31 e 50 anni per interruzione di pubblico servizio. Grazie ad una segnalazione la Polizia postale ha scoperto l’esistenza su Facebook del gruppo denominato “Posti di blocco Catania”, con circa 40 mila iscritti, dove venivano segnalati preventivamente i posti di blocco e di controllo delle forze dell’ordine nella provincia etnea. Le indagini hanno consentito di identificare i due uomini quali amministratori del gruppo e, pertanto, come coloro che avevano la piena responsabilità della creazione e delle informazioni diffuse al suo interno. Segnalare preventivamente posti di blocco e controlli della Polizia costituisce un reato poiché turba la regolarità del servizio di pubblica sicurezza. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385d4d43a2b23b5404878361

Reggio Calabria: colpo alla ‘Ndrangheta, 28 indagati

Operazione della Polizia di Stato di Reggio Calabria che ha colpito le ‘ndrine Muià e Figliomeni e la potente cosca Commisso di Siderno. I 28 indagati di cui otto residenti in Canada, sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei delitti di associazione mafiosa transnazionale ed armata, porto e detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, esercizio abusivo del credito, usura e favoreggiamento personale. L’operazione di questa mattina è la prosecuzione dell’inchiesta Canadian Ndrangheta Connection nell’ambito della quale, il 18 luglio scorso, il Servizio centrale operativo della Polizia di Stato e la Squadra mobile di Reggio Calabria hanno sottoposto a fermo 12 persone affiliati alla ‘ndrina Muià. A finire in carcere oggi sono stati in 20 tra mafiosi con ruoli apicali, affiliati e prestanomi. L’indagine ha consentito di delineare anche gli assetti e l’operatività delle ‘ndrine Muià e Figliomeni, collegate alla più affermata cosca Commisso, tradizionalmente operante a Siderno e in Canada. Inoltre, per la prima volta è stato possibile documentare, che le articolazioni in Canada e a Reggio Calabria sono attualmente governate da un organismo abilitato a riunirsi in territorio estero e ad assumere decisioni anche con riferimento alle dinamiche criminali attualmente esistenti nel territorio calabrese. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385d4d29cb59394783697865

Armi: l’obbligo del certificato medico per la detenzione

Con il Decreto Legislativo nr. 104 del 10/08/2018, in attuazione di specifica direttiva comunitaria, sono state apportate alcune modifiche alle norme in materia di armi. Tra le novità, è stato previsto l’obbligo di presentare ogni cinque anni un certificato medico attestante i prescritti requisiti di coloro che detengono le armi, anche in collezione. Tale certificato medico può essere rilasciato dal settore medico-legale delle ASL, o da un medico militare, della Polizia di Stato o del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in servizio e da esso dovrà risultare che il soggetto detentore di armi non è affetto da malattie mentali oppure da vizi che ne diminuiscano anche temporaneamente la capacità d’intendere e di volere. La certificazione medica dovrà essere presentata all’ufficio locale di pubblica sicurezza (Commissariato di P.S. competente in base alla residenza dell’interessato) o, in assenza, al locale Comando dell’Arma dei Carabinieri. Nella fase di prima applicazione della nuova normativa – entrata in vigore il 14 settembre 2018 – ai suddetti detentori di armi, è stato concesso un anno di tempo per produrre tale certificato medico. Allo scadere dell’anno, pertanto (14 settembre 2019), gli Uffici di P.S. provvederanno a diffidare formalmente i singoli interessati, affinché ottemperino alla produzione della certificazione entro i successivi 60 giorni, decorsi i quali, in mancanza di tale presentazione, le armi verranno ritirate cautelarmente dalle Forze di Polizia ex art. 39 T.u.l.p.s., e trasmessi gli atti al Prefetto per la successiva emissione del divieto detenzione armi. L’obbligo, per espressa previsione normativa, non si applica: ai detentori che siano anche titolari di licenza di porto d’armi in corso di validità. A tal proposito si evidenzia che, in caso di licenza non più rinnovata, i cinque anni decorrono dalla scadenza dell’ultimo rinnovo; ai collezionisti di armi antiche. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385d4aabd55113e114563603