NOTIZIE

Ragusa: Gabrielli a Vittoria per la sicurezza

Questa mattina, il capo della Polizia Franco Gabrielli ha presieduto a Vittoria (Ragusa) alla firma del Protocollo del “Patto per Vittoria sicura” tra il prefetto di Ragusa Filippina Cocuzza e i commissari straordinari del Comune Filippo Dispenza, Giancarlo Dionisi e Gaetano D’Erba. La cerimonia si è svolta presso il teatro Vittoria Colonna. Si tratta di un protocollo per la sicurezza e la legalità che la Commissione prefettizia insediata al comune di Vittoria ha messo a punto ed organizzato insieme alla prefettura di Ragusa per garantire legalità e trasparenza nella città. Durante il suo intervento, il capo della Polizia ha sottolineato ai presenti che ” Bisogna riaffermare la legalità in questo territorio perchè la sicurezza è un bene comune al quale dobbiamo tutti concorrere”.
Presenti all’evento le associazioni antiracket, studenti, insegnanti e i rappresentanti delle Forze dell’ordine. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155bd18f2f25b6f060675044

Nuovi concorsi e nuove procedure per entrare in Polizia

La polizia ha aderito da tempo al sistema Spid (Sistema Pubblico d’Identità Digitale) che si realizza mediate l’identificazione digitale di quanti partecipano ai concorsi per l’ingresso nei ruoli della Polizia. Per realizzare tale innovazione i partecipanti ai concorsi dovranno munirsi di una Posta elettronica certificata (Pec) ed ottenere le credenziali Spid presso un Identity provider per la presentazione e la ricezione di comunicazioni e notifiche. La Polizia di Stato prossimamente si appresta a bandire due concorsi per l’arruolamento e ha adottato, appunto, le procedure telematiche per la semplificazione degli iter concorsuali.
Un concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di 81 posti della carriera dei medici della Polizia di Stato. Per la partecipazione sono richiesti i seguenti requisiti: non aver compiuto 35 anni; laurea in medicina e chirurgia; specializzazione in una delle disciplina indicate nel bando di concorso; abilitazione all’esercizio professionale e iscrizione al relativo albo.
Un concorso, riservato ai volontari in ferma prefissata (VFP1 e VFP4), per 654 allievi agenti della Polizia di Stato. Per la partecipazione sono richiesti i seguenti requisiti: non aver compiuto 26 anni; trovarsi nella posizione di VFP1 o VFP4 in servizio o in congedo; titolo di studio di scuola secondaria di 1° grado (scuola media).
Per l’acquisizione di un’identità digitale (Spid) e di una casella di posta elettronica certificata (Pec), consultare il sito dell’Agenzia per l’Italia digitale (AgID), rispettivamente agli indirizzi www.spid.gov.it/richiedi-spid e www.agid.gov.it/piattaforme/posta-elettronica-certificata/elenco-gestori-pec. Le domande, dunque, potranno essere presentate, esclusivamente per via telematica, attraverso il portale dei concorsi della Polizia di Stato all’indirizzo Web https://concorsionline.poliziadistato.it Tutte le informazioni relative ai prossimi concorsi saranno disponibili anche su questo sito web alla sezione “Concorsi”. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155bd0a792a9929575337997

La Banda musicale in concerto a Roma

Un altro omaggio al cinema con il concerto della banda musicale della Polizia di Stato eseguito questo pomeriggio nella Galleria Alberto Sordi di Roma per la 13^ Festa del Cinema di Roma. Protagonista di uno degli eventi di punta di “Accadrà sul Red Carpet”, la rassegna di musica, danza, arte e cultura legata alla Festa del Cinema, il concerto, aperto a tutti, è stato diretto dal maestro Roberto Granata, vice direttore della Banda della Polizia di Stato. Un programma ricco di grande musica presentato da Rodolfo Corsato, attore che ha interpretato film di successo al cinema e in televisione. All’interno della Galleria sono esposte 12 tavole fotografiche, tratte dai film del cinema italiano, che hanno visto come protagonisti la Polizia di Stato. La Mostra dal titolo “Ciak si gira – la Polizia nel Cinema”, è ospitata all’interno della Galleria e potrà essere visitata liberamente da tutti fino al prossimo 28 ottobre. La Banda musicale della Polizia di Stato ha eseguito una serie di brani che fanno tornare alla memoria scene di capolavori del grande schermo; da “La vita è bella” a “Il Postino”, passando per le splendide musiche di Henry Mancini per ricordare Peter Sellers, al quale è dedicata la locandina di questa edizione della Festa. La Banda vanta una lunga tradizione musicale che parte dal lontano 1928 fino ai giorni nostri e nel suo vasto repertorio sono inseriti, oltre a brani di musica classica, anche quelli di musica contemporanea. O.P. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155bd09579d87cd514724300

Enna: liberata dallo spaccio Villa Garibaldi a Piazza Armerina

Liberata dallo spaccio di droga Villa Garibaldi a Piazza Armerina (Enna) frequentata da famiglie con minori ma “occupata” da due distinti gruppi di spacciatori. L’indagine della Polizia ha portato all’arresto di sette persone di cui tre, all’epoca dei fatti, minorenni. I gruppi composti da italiani ed extracomunitari smerciavano marijuana e hashish, nascondendo la droga tra il fogliame e le siepi del parco, pensando di farla franca. Ma i poliziotti tenevano sotto controllo il parco, documentando sia l’attività di spaccio che i soggetti coinvolti; questa mattina sono intervenuti gli agenti della Questura che con gli arresti e le perquisizioni hanno messo fine al giro di spaccio. L’attività di monitoraggio ha dimostrato come lo spaccio si svolgesse in maniera frenetica nell’area del parco comunale divisa tra i due gruppi: uno si posizionava in attesa nei pressi di una “panchina” e l’altro nell’area sovrastante. E ogni tentativo da parte degli indagati di eludere le investigazioni, spostandosi continuamente all’interno del parco e cambiando i nascondigli delle dosi, non è servito a nulla, come pure la vigilanza con delle vedette. Durante il periodo d’indagine sono stati eseguiti diversi arresti in flagranza e il sequestro di diverse dosi di droga. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385bd0691527077119813712

Caporalato a Ragusa: 4 imprenditori arrestati

Sfruttavano la manodopera dei braccianti agricoli centro-africani richiedenti asilo, rumeni, tunisini ed in minima parte italiani impiegati presso le serre di Vittoria, in provincia di Ragusa. Per questo motivo gli agenti della Squadra mobile iblea, dopo due settimane di controlli serrati a cui hanno partecipato anche i poliziotti del commissariato di Vittoria, hanno arrestato quattro imprenditori agricoli e denunciato altre quattro persone per caporalato. Tutte le aziende agricole controllate non rispettavano le norme vigenti circa le modalità di assunzione, la sicurezza sui luoghi di lavoro, la salubrità degli immobili adibiti abusivamente ad alloggi ed in alcuni casi anche la violazione in materia di edilizia e di ambiente. Sette sono le aziende controllate, i cui titolari sono stati denunciati per sfruttamento della manodopera. In alcuni casi sono stati denunciati anche i collaboratori. Sessantasei gli operai controllati, di cui 45 uomini e 21 donne. I braccianti vivevano in condizioni disumane ed erano costretti ad accettare condizioni lavorative sfavorevoli. Tutti gli operai erano pagati 3 o 4 euro l’ora, molte volte neanche assunti, mai dotati di sistemi di protezione individuale, solo due aziende possedevano una cassetta di primo soccorso, nessun servizio igienico per i lavoratori, nessuna formazione per l’utilizzo di anticrittogamici. Per chi non aveva alcuna possibilità di vivere in una casa all’esterno dell’azienda, gli immobili forniti dai datori di lavoro ed utilizzati come abitazioni erano del tutto abusivi e in condizioni insalubri. Una di queste aziende si occupava anche di riciclare rifiuti speciali non pericolosi ma aveva di fatto creato una discarica abusiva in violazione del codice dell’ambiente. L’intera area della discarica è stata sottoposta a sequestro. I poliziotti hanno anche trovato braccianti minori che irrigavano con fertilizzanti tossici per l’uomo. In alcune abitazioni abusive vivevano interi nuclei familiari anche con neonati. Donatella Fioroni leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135bd03d9629098419752069

Ancona: il prefetto Gabrielli alla cerimonia in ricordo dei caduti della Polizia

Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha partecipato, questa mattina, all’iniziativa della questura di Ancona in ricordo dei caduti della Polizia di Stato “Nella memoria dei nostri caduti la forza per la missione di oggi” che si è svolta nel Santuario della Santa Casa, di Loreto. Il prefetto Gabrielli, dopo essere stato accolto dall’arcivescovo Fabio Dal Cin, ha assistito alla santa messa animata dal coro degli appartenenti alla Polizia di Stato di Ancona. Al termine della cerimonia Il capo della Polizia è andato a Senigallia dove ha incontrato il personale del XIV Reparto mobile. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385bcf1a9fdc9cf845496198

Pedopornografia: operazione della Postale di Catania

Sono coinvolti anche 15 italiani uno dei quali è stato arrestato, nell’operazione della Polizia postale di Catania che ha scoperto un traffico di immagini pedopornografiche sul web. L’indagine chiamata “Showcase” trae origine da una attività di monitoraggio sul web e dalla scoperta di una piattaforma web di un Paese estero con pagine “dedicate” contenenti immagini e commenti che istigavano pubblicamente a commettere atti sessuali in danno di minori. Il meticoloso lavoro sotto copertura svolto dagli investigatori della Postale, condotto per più di un anno, ha consentito di acquisire elementi di colpevolezza sufficienti nei confronti di numerose persone residenti in varie parti d’Italia. La magistratura catanese ha disposto perquisizioni contestando i reati di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico e di istigazione a pratiche di pedofilia. Durante le perquisizioni è stato arrestato un 32enne residente a Verona perché è stato trovato in possesso di centinaia di file pedopornografici di rilevante gravità. Gli agenti hanno sequestrato numeroso materiale informatico da sottoporre ad analisi approfondite analisi. Le provincie interessate sono state Belluno, Bergamo Bologna, Ferrara, Milano, Potenza, Siracusa, Torino, Verona. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155bcee2c6aa905083546645