NOTIZIE

Operazione Flipper: presa la banda delle rapine tra Modena e Bologna

In circa due mesi hanno messo a segno 8 rapine tra Modena e Bologna nei confronti di prostitute e di persone che casualmente si sono trovate sul loro cammino. Tre uomini di nazionalità marocchina sono stati arrestati dagli agenti della Squadra mobile di Modena dopo un’indagine che ha condotto gli investigatori all’identificazione, attraverso le denunce delle vittime e il ritrovamento di un’impronta digitale su una delle auto usate per fare una rapina. L’identificazione è stata possibile perchè i tre erano già conosciuti alle Forze dell’ordine per una serie di reati. Gli investigatori hanno accertato che, sia insieme, che singolarmente e armati di coltello si avvicinavano quasi sempre di notte alle vittime e con violenza le rapinavano. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155c54257361deb030350848

Il Sottosegretario Nicola Molteni incontra i sindacati della vigilanza privata

Come promesso, dopo l’incontro con le Associazioni di categoria del settore vigilanza privata, l’On. Nicola Molteni ha incontrato le rappresentanze sindacali del comparto per farsi un quadro completo e dettagliato della situazione. Situazione peraltro particolarmente tesa per lo stato di agitazione e la proclamazione dello sciopero indetto per i giorni 1 e 2 Febbraio 2019. Durante la riunione al Viminale, le OO.SS hanno rappresentato al Sottosegretario all’Interno Molteni le questioni maggiormente avvertite dal personale che opera nelle imprese di sicurezza privata.

Tra i temi affrontati, la necessità di incrementare la qualificazione tecnica e professionale delle aziende e del loro personale, il carattere usurante del lavoro delle guardie giurate, le criticità derivanti dalle dinamiche di mercato (dumping contrattuale incluso), la richiesta di iniziative e sinergie per contrastare il fenomeno dell’abusivismo.

I sindacati hanno apprezzato l’attivazione, a partire dal 1° febbraio 2019, del database nazionale delle guardie giurate ed hanno accolto l’impegno del Ministero dell’Interno a discutere nei primi giorni di marzo lo schema di decreto ministeriale per la definizione dei requisiti di formazione delle guardie giurate. Un decreto molto atteso, che chiuderebbe (dopo 10 anni di gestazione) il quadro del processo di riforma del settore partito nel lontano 2008, peraltro su impulso europeo. Analoga soddisfazione è stata espressa per l’impegno dell’Amministrazione a voler definire il processo di certificazione di qualità della totalità degli istituti di vigilanza.

The post Il Sottosegretario Nicola Molteni incontra i sindacati della vigilanza privata appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/il-sottosegretario-nicola-molteni-incontra-i-sindacati-della-vigilanza-privata.html

Category: Primapagina, Rinnovo CCNL, certificazione

Vigilanza privata: il database delle guardie giurate è realtà

Da oggi 1° febbraio 2019 è attiva la banca dati nazionale degli operatori della sicurezza privata (DBNOS), alimentata dai registri delle guardie giurate tenuti nelle singole Prefetture. Da una parte costituirà una base di informazioni strutturate che consentono al Prefetto ed al Questore di disporre di un quadro costantemente aggiornato sull’evoluzione della vigilanza privata nel territorio di competenza, dall’altra semplifica ed accelera gli adempimenti amministrativi riguardanti il personale giurato, a cominciare dal rilascio e dal rinnovo dei decreti di approvazione della nomina a guardia giurata. Il DBNOSP avrà così finalità di controllo e vigilanza amministrativa sul settore economico della sicurezza privata.

The post Vigilanza privata: il database delle guardie giurate è realtà appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/vigilanza-privata-il-database-delle-guardie-giurate-e-realta-1234.html

Category: Primapagina, Riforma Tulps, registro

Prato: indagate tre maestre cinesi per maltrattamenti

Maltrattamenti e percosse nei confronti di bambini tra i tre e i sei anni che frequentano un doposcuola cinese, alla periferia Sud di Prato. Due donne cinesi di 26 e 38 anni che svolgevano il ruolo di insegnanti, sono state arrestate questa mattina, al termine delle indagini svolte della Squadra mobile a partire dalla fine di novembre. Le telecamere e le intercettazioni ambientali consentivano agli investigatori di documentare i calci, le bacchettate sulle mani e gli spintonamenti vari che i bambini subivano abitualmente. Nella vicenda è implicata anche una terza maestra, ma per il suo ruolo marginale, è stata solamente deferita all’Autorità giudiziaria. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385c533604ddc76903948316

Donazioni di sangue: le date di febbraio

L’Associazione donatori e volontari personale della Polizia di Stato (Advps) prosegue la sua attività di raccolta sangue anche per il mese di febbraio. L’invito alla donazione è rivolto a tutti i cittadini in buona salute e di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Si ricorda che per donare il sangue è necessario avere un peso corporeo non inferiore ai 50 chili. È essenziale recarsi al prelievo a digiuno con l’eccezione di poter bere un caffè, un tè o un succo di frutta. Non è consentito ingerire latte e derivati. (Requisiti) Consultate la locandina nazionale per conoscere le date e le città dove è possibile donare. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385c531526a7907648558618

Livorno: incidente con auto di servizio, morto un agente della Stradale

Una vita alla Polizia stradale, una vita a macinare interventi sulle strade italiane quella di Fabio Baratella, 56 anni assistente capo morto in un incidente con l’auto di servizio. Il contachilometri della sua esistenza si è fermato ieri sera alle 7 nella zona portuale di Livorno. Quei lampeggianti blu di emergenza, che utilizzava da più di 30 anni per prestare soccorso e aiuto agli automobilisti in difficoltà, non hanno potuto far nulla per lui; nonostante i tentativi di rianimazione dei medici intervenuti, Fabio non ce l’ha fatta. Il collega che con lui era in pattuglia, il vice ispettore Gino Gabrielli è ricoverato in gravi condizioni. La dinamica dell’incidente non è stata ancora chiarita del tutto; ci sono atri tre mezzi coinvolti e altre due persone ferite, oltre al nostro collega. Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha espresso il suo cordoglio ai familiari di Fabio e gli auguri di pronta guarigione a tutte le persone ferite. Ciao Fabio. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/225c52e7c904878758820319

Operazione “Robberies”: presi a Reggio Calabria 10 rapinatori seriali

Al termine dell’operazione “Robberies”, nella provincia di Reggio Calabria sono state eseguite dieci ordinanze di custodia cautelare (cinque in carcere, due obblighi di dimora, e tre obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria) nei confronti di persone residenti nel comune di Rosarno, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei reati di rapina, ricettazione, furto, detenzione e porto di armi da fuoco, anche clandestine, e armi bianche. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Palmi, sono state condotte dagli uomini del commissariato di Polistena e della Squadra mobile di Reggio Calabria, insieme ai colleghi dei commissariati di Gioia Tauro, Cittanova, Taurianova, Palmi, Villa San Giovanni e del Reparto prevenzione crimine di Siderno. L’attività investigativa è iniziata l’11 marzo 2017 dopo che agenti delle Volanti del commissariato di Polistena (Reggio Calabria) hanno arrestato in flagranza di reato tre degli indagati, responsabili di una rapina aggravata dall’utilizzo di una pistola con matricola abrasa, commessa ai danni di un supermercato. La successiva indagine del commissariato, coordinata dalla Squadra mobile reggina, ha consentito di individuare anche i responsabili di altre tre rapine aggravate messe a segno ai danni di banche, supermercati e farmacie nel territorio della Piana di Gioia Tauro (Reggio Calabria) e nella provincia di Vibo Valentia. In particolare, gli investigatori hanno fatto luce sulle rapine commesse il 3 giugno in una banca di Polistena e in una farmacia dello stesso comune, e su quella commessa il 28 gennaio 2017 in un supermercato di Mileto (Vibo Valentia). Nel corso dell’indagine è emerso che le rapine, in realtà, non erano episodi isolati, ma facevano parte di un contesto associativo ben più ampio, ed erano il fine dei reati dell’associazione per delinquere di cui facevano parte gli arrestati. Sergio Foffo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165c52de323507b914734058

Eurispes 2019: cresce ancora la fiducia nella Polizia

Continua a crescere la fiducia dei cittadini nelle Istituzioni e ancora di più l’apprezzamento e il gradimento nei confronti della Polizia di Stato. In un trend in aumento dal 2008, che racconta un rapporto stretto e solido con gli italiani, nella rilevazione del 2019 la Polizia di Stato arriva al 71,5 per cento dei consensi, prima tra le Forze di polizia, e fa un passo avanti rispetto al 2018, con un aumento di +4,8 per cento. Tradotto significa che oltre 7 italiani su 10 credono nel lavoro che quotidianamente svolgono i poliziotti nelle varie province italiane. Lo ha sottolineato il presidente dell’Eurispes (Istituto europeo di studi politici economici e sociali) Gian Maria Fara, durante la presentazione del Rapporto Italia 2019 che si è tenuta a Roma, nell’aula magna dell’università La Sapienza alla presenza, tra gli altri, del capo della Polizia Franco Gabrielli. Il Rapporto, giunto quest’anno alla 31esima edizione, è diventato, nel tempo, un apprezzato punto di riferimento per gli studiosi, per le Istituzioni, per il sistema dell’informazione e per gli osservatori internazionali e documenta ogni anno i cambiamenti che avvengono nel nostro Paese dal punto di vista economico e sociale. Dalla lettura dei dati emerge che la maggior fiducia si concentra soprattutto tra i giovanissimi dai 18 ai 24 anni. Sono loro infatti ad esprimere un aumento incisivo della fiducia riposta nelle Istituzioni passando dal 3 per cento nel 2014, al 10 per cento nel 2017, per attestarsi, nel 2019, al 32 per cento. La crescente e consolidata fiducia nella Polizia di Stato è frutto del lavoro che gli uomini e le donne in uniforme svolgono ogni giorno al servizio del cittadino e delle comunità, con abnegazione e spirito di sacrificio. La presenza e la vicinanza dei poliziotti alla gente si manifesta nelle più svariate attività che l’Istituzione è chiamata a compiere. Alla quotidiana lotta contro la criminalità in ogni sua forma, si affiancano sempre più impegni quali campagne di educazione, iniziative musicali, dimostrazioni sportive, eventi di solidarietà, tutti racchiudibili nello slogan #essercisempre proprio della Polizia di Stato. Ma di fondamentale importanza è il modo in cui l’impegno e la dedizione quotidiani vengono comunicati e raccontati. Anche nel 2018, infatti, la Polizia di Stato ha sviluppato ulteriormente le attività di comunicazione attraverso le quali ha fatto conoscere agli utenti i tanti risultati ottenuti e le iniziative organizzate sempre nell’interesse del cittadino. Oltre agli usuali strumenti della carta stampata, della tv e della radio, dove la Polizia di Stato è presente quotidianamente, l’impulso fondamentale è arrivato anche nel 2018 attraverso i canali social e web con i quali, senza intermediazioni dei mezzi tradizionali, l’Istituzione ha avvicinato milioni di utenti. Le grandi operazioni, le iniziative per il cittadino, gli interventi di soccorso e salvataggio a favore di persone e animali, le informazioni per la viabilità, le notizie durante le calamità o situazioni di emergenza, sono solo alcune delle cose che ogni giorno vengono raccontate sui canali Facebook, Twitter, Instagram e Telegram della Polizia di Stato e che raggiungono i cittadini. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135c52b1f603ff0873713580

Catanzaro: il prefetto Gabrielli inaugura sezione giovanile di Judo

Taglio del nastro presso la Palestra del Complesso polifunzionale della Polizia di Stato di via Barlaam da Seminara, a Catanzaro, per l’apertura della sezione giovanile delle Fiamme oro, specialità judo. Con l’inizio dei corsi si offre un’importante opportunità alla cittadinanza di avvicinarsi ai valori dello sport e di legalità, rimarcata anche dalla presenza del capo della Polizia che ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione. Il capo della Polizia Franco Gabrielli nel suo intervento ha sottolineato che “L’aver realizzato nella nostra struttura la sezione giovanile delle Fiamme Oro è un segno importante, non solo per quello che rappresentano per la nostra amministrazione ma per quello che vogliamo rappresentino sempre più”. Quando noi apriamo delle sezioni giovanili – ha proseguito il prefetto Gabrielli – cerchiamo di riaffermare la legalità che è la principale missione che le nostre comunità ci affidano; non lo facciamo solo con la repressione ma lo si fa anche con la presenza sul territorio, lo si fa andando nelle scuole ma anche attraverso lo strumento dello sport, forti dei tanti successi delle Fiamme Oro. All’evento ha preso parte anche il campione Olimpico, medaglia d’oro a Sidney 2000, Pino Maddaloni, che insieme ad altri atleti del gruppo sportivo della Polizia di Stato e agli allievi della scuola di judo di Lamezia Terme del maestro Enzo Failla, presidente regionale Fijlkam (Federazione italiana judo, lotta, karate ed arti marziali), hanno dato vita a una dimostrazione della disciplina. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385c518bf1c80fb733081317

Ciclismo su pista: in Coppa del mondo Balsamo vince oro e bronzo con la Confalonieri

La pistard delle Fiamme oro Elisa Balsamo è stata protagonista della tappa di Coppa del mondo di ciclismo su pista che si è svolta a Hong Kong (Cina). La portacolori del Gruppo sportivo della Polizia di Stato, insieme alle azzurre Letizia Paternoster, Martina Alzini e alla probabile futura compagna di squadra Marta Cavalli (che sta partecipando al concorso riservato alle Fiamme oro) ha portato l’Italia sul gradino più alto del podio. Nella finale della specialità olimpica dell’inseguimento a squadre il quartetto italiano ha superato nettamente la Germania, realizzando il tempo di 4’17”833 contro il 4’23”289 delle avversarie. Bronzo per la Nuova Zelanda che nella finale per il terzo posto ha superato la squadra francese. Ancora sul podio Elisa, questa volta con l’altra portacolori delle Fiamme oro Maria Giulia Confalonieri. Il team cremisi si è messo al collo la medaglia di bronzo nella specialità della Madison (corsa a punti), dietro all’Olanda e al Belgio. Grazie a questo ottimo piazzamento le azzurre raggiungono il secondo posto nella classifica finale di Coppa del mondo della specialità con 1.920 punti, a 30 punti dalla Gran Bretagna e davanti alla Russia, terza con 1.775 punti. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165c5186cee230e326988381