NEWS

Maltrattamenti in casa di riposo: arrestata la titolare

Maltrattamenti e insulti all’interno di una casa di riposo per anziani a Catania. Per questo motivo la Squadra mobile etnea ha arrestato ai domiciliari la titolare della struttura, accusata di maltrattamenti aggravati ai danni di una persona anziana ed indifesa ospite della casa di riposo. Le intercettazioni riportano di casi in cui la donna si rivolge con toni maleducati ad un’anziana ospite apostrofandola addirittura come “maledetta porca”. In particolare in un’occasione è emerso che la vittima, dopo essere scivolata a terra in modo accidentale, per una semplice ritorsione, è stata abbandonata sul pavimento per circa 30 minuti nell’indifferenza dell’indagata e successivamente legata alla sedia per costringerla a mangiare. Le indagini sono iniziate lo scorso giugno a seguito di una segnalazione di episodi di violenza nei confronti degli anziani presenti nella struttura. I poliziotti hanno così installato delle telecamere per accertare la veridicità della segnalazione all’interno della casa di riposo, in particolar modo all’interno dell’area destinata alla convivenza degli anziani. I filmati hanno documentato i continui maltrattamenti nei confronti di una donna con insulti, minacce e percosse. Al momento i restanti ospiti della casa di riposo sono stati affidati ai rispettivi familiari. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135d5bd43168361612224701

Calendario 2020: Passione, impegno e servizio

Passione, impegno e servizio queste le tre parole che connoteranno il Calendario istituzionale 2020 della Polizia di Stato. Curato da Paolo Pellegrin, fotografo pluripremiato e membro di Magnum Photos, tra le più importanti agenzie fotografiche internazionali, il calendario racconta l’umanità delle donne e degli uomini della Polizia di Stato attraverso istantanee di attività operativa. Immagine dopo immagine, il fotografo è riuscito a narrare il delicato ruolo dei poliziotti mettendo in luce gli aspetti interiori dei singoli operatori dando risalto alla passione e allo spirito di servizio che animano ogni singolo intervento. La volontà di essere vicini alle comunità, soprattutto alle fasce più fragili e deboli del Paese, si rispecchia ancora una volta nella collaborazione con Unicef Italia Onlus alla quale dal 2001 sono stati donati, grazie alla vendita dei calendari, oltre 2 milioni e 650 mila euro per i progetti di sostegno all’infanzia. Quest’anno una parte del ricavato sarà devoluto al progetto per il “Trentesimo anniversario della Convenzione ONU dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, occasione per riaffermare i diritti degli under 18, e una parte sarà devoluta al Piano Marco Valerio, ideato per aiutare i figli malati dei poliziotti. Nonostante siano trascorsi 30 anni dalla firma della Convenzione ONU, infatti, ancora troppi bambini vengono privati dei loro diritti, vivendo situazioni di degrado, abuso e violenze. Tutti i cittadini potranno prenotare il calendario da parete (costo 8 euro) e il calendario da tavolo (costo 6 euro), entro il prossimo 23 settembre, facendo un versamento sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “ Comitato Italiano per l’Unicef”. Sul bollettino dovrà essere indicata la causale Calendario della Polizia di Stato 2020 per il progetto Unicef “Trentesimo anniversario della Convenzione ONU dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. La ricevuta del versamento dovrà poi essere presentata agli Uffici relazioni con il pubblico di tutte le questure d’Italia che forniranno dettagli sulla consegna. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/225d5a7f5d4f085974993005

Nuoro: stop allo spaccio con l’operazione “Proserpina” della Mobile

Eroina, cocaina, marijuana e metadone sono le sostanze sequestrate dai poliziotti della questura di Nuoro durante l’attività investigativa denominata “Operazione Proserpina”. L’indagine ha portato ad indagare 32 persone, per 23 delle quali il Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Nuoro ha disposto altrettante misure cautelari. Grazie anche alla collaborazione delle Squadre mobili di Cagliari, Oristano e Sassari, del Reparto prevenzione crimine e di alcune unità cinofile, otto persone sono finite in carcere, sei agli arresti domiciliari, per una è stato disposto l’obbligo di dimora e per due l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Eseguite anche numerose perquisizioni domiciliari nei confronti degli altri indagati. L’attività investigativa ha preso il via nel novembre dello scorso anno, dopo che gli agenti della questura nuorese avevano eseguito diversi sequestri di sostanze stupefacenti durante i controlli straordinari del territorio disposti proprio per contrastare lo spaccio al dettaglio. L’impennata del numero di sequestri ha fatto ipotizzare agli investigatori che ci fosse un’organizzazione specializzata nel micro-spaccio rivolto, in particolare, ai giovanissimi. Grazie all’attività tecnica fatta di intercettazioni telefoniche, ambientali e servizi di osservazione, i poliziotti hanno individuato una vasta rete di piccoli spacciatori in grado di soddisfare la domanda del mercato locale, e i canali di approvvigionamento dello stupefacente, che arrivava dai quartieri Sant’Elia e Is Mirrionis di Cagliari. Sergio Foffo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165d5a89365ed8e961985150

Sicurezza stradale: bollino rosso su strade e autostrade

Ancora un fine settimana di bollino rosso per il traffico in prospettiva degli spostamenti verso le località turistiche e per i rientri nelle città. Viabilità Italia ha predisposto, come sempre, un calendario con le previsioni di traffico e i divieti di circolazione per i mezzi superiori alle 7,5 tonnellate. Come di consueto, si raccomanda a tutti gli automobilisti di intraprendere il viaggio con un veicolo efficiente e completo nelle dotazioni di sicurezza, in condizioni fisiche ottimali e ben informati sulle condizioni delle strade, del traffico e del meteo. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155d57d119f2eab131154234

Torino: topi d’appartamento sorpresi in azione

Strani movimenti vicino ai portoni dei palazzi di un quartiere semi-deserto di Torino, il giorno di Ferragosto, hanno insospettito i residenti rimasti in città che hanno chiamato il Nue.
L’equipaggio di una volante della Questura ha fermato due uomini di nazionalità georgiana che a bordo di un’auto presa a noleggio, si fermavano più volte citofonando a vari campanelli della zona, nel palese tentativo di verificare se gli appartamenti fossero vuoti. I due uomini, poi, annotavano la posizione, fotografando. Gli agenti intervenuti li hanno fermati e nel corso della perquisizione, all’interno dell’auto, hanno trovato diversi attrezzi adatti allo scasso, una chiave a doppia mappa, una chiave di un alloggio e 4 telefoni cellulari. Il conducente dell’auto è stato denunciato per possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli. Invece, all’interno delle tasche del complice, sono state trovate diverse calamite circolari di piccole dimensioni, spesso utilizzate sul telaio delle porte d’ingresso di abitazioni, affinché possano restare aperte e non vengano danneggiate; gli agenti hanno trovato inoltre colla e un cacciavite. Attraverso gli accertamenti effettuati sui telefoni cellulari, i poliziotti sono risaliti ad una prenotazione per circa un mese, di un alloggio in affitto in città. All’interno dell’alloggio è stato fermato un altro connazionale che ha tentato di evitare l’accesso dei poliziotti. All’interno della camera sono stati trovati quasi 6 mila euro in contanti, diverse banconote di valuta estera come dollari statunitensi, dollari canadesi, sterline e franchi svizzeri; orologi di valore, diversi monili in oro come fedi nuziali, braccialetti, anelli, collane, orecchini, ciondoli, spille, gemelli, placche in oro e argento, monete da collezione, penne stilografiche, un set di argenteria e tantissimi altri oggetti proveniente da furti: in tutto 227 pezzi. Inoltre c’erano anche altri attrezzi atti allo scasso e da lavoro, grimaldelli, chiavi alterate e bilancini di precisione. Olivia Petillo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155d56c12217fe0110470861

Lotta femminile: Morena De Vita vince il bronzo mondiale a Tallin

Una splendida medaglia di bronzo è arrivata dai Campionati mondiali juniores 2019 di lotta, in corso di svolgimento a Tallin (Estonia), grazie alla portacolori delle Fiamme oro Morena De Vita. La giovane campionessa cremisi si è piazzata sul terzo gradino del podio nella categoria 59 chilogrammi battendo l’atleta del Kirghizistan Nazira Marsbek Kyzy. Dopo essere passata in vantaggio per 2-0, l’azzurra è stata prima recuperata e poi superata dall’avversaria, che si è portata sul punteggio di 2-6. Nella seconda parte del match c’è stata la reazione veemente della rappresentante delle Fiamme oro, che prima ha accorciato la distanza portandosi sul 4-6, e poi, a soli 15 secondi dal termine dell’incontro, ha realizzato i due punti che le hanno permesso di mettersi al collo la medaglia di bronzo. La cavalcata di morena è iniziata superando agli ottavi la russa Kristina Mikhneva per 10-6, poi ai quarti la spagnola Maria Victoria Baez Dilone, battuta per schienamento quando era già in vantaggio per 6-0, ma in semifinale è stata superata della giapponese Sae Nanjo, che si è imposta per schienamento quando stava già vincendo per 4-0. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165d5687757a4c2807328624

Il ministro dell’Interno e il capo della Polizia nella Terra dei Fuochi

Quest’anno il consueto appuntamento di Ferragosto per il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica si è tenuto a Castel Volturno, in provincia di Caserta. Il Comitato è stato presieduto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini in una località simbolo per la lotta alle ecomafie campane. Nella città il ministro dell’Interno, accompagnato dal capo della Polizia Franco Gabrielli, dal prefetto di Caserta Raffaele Ruberto e dal questore Antonio Borrelli, ha visitato il Commissariato di pubblica sicurezza incontrando una rappresentanza dei poliziotti in servizio nella provincia campana. Successivamente, le personalità si sono spostate all’interno della Scuola forestale Carabinieri – Centro addestramento di Castel Volturno dove si è tenuto il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Al termine del vertice il Ministro ha incontrato i giornalisti ai quali sono stati illustrati i dati sull’ultimo anno di attività del ministero dell’Interno. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/225d53ccde0256e473865622

Brindisi: pestato per una relazione con la moglie di un detenuto, 3 arresti

A volte avere una relazione sentimentale con una donna sposata può essere pericoloso. Soprattutto se la donna è sposata con un pregiudicato finito in carcere. È quanto è successo ad un giovane brindisino che frequentava la moglie di un pregiudicato e che per questo è stato punito dal clan familiare. Tre membri della famiglia del pregiudicato, venuti a sapere della relazione, hanno sorpreso la notte del 3 agosto il giovane, in compagnia della donna. Il ragazzo è stato pestato a sangue con calci pugni e bastonate; alla fine è stato anche rapinato dei suoi effetti personali e della vettura. La Squadra mobile di Brindisi però, nel giro di 10 giorni, ha individuato il branco e, su ordine della magistratura, ha arrestato i tre criminali per tentato omicidio e rapina. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/225d53fada24d48456701300

Cosenza: anni di sevizie e violenze sessuali, arrestati

Dieci anni di stupri, sevizie e minacce sono stati denunciati da una donna di Corigliano Calabro. I carnefici sono 5 persone che, questa mattina, sono state arrestate dagli uomini della Squadra mobile di Cosenza. Le indagini sono state condotte dal commissariato di Corigliano Rossano, dalla Squadra mobile di Cosenza con l’ausilio di equipaggi del Reparto prevenzione crimine Calabria-settentrionale.
Dopo una relazione extraconiugale che la donna aveva intrattenuto 10 anni fa con uno degli indagati, è stata vittima di un’escalation di brutali violenze fisiche e psicologiche da parte di un gruppo che per anni ha approfittato di lei con la minaccia di ucciderle il figlio ed il compagno. Costretta a subire rapporti sessuali anche di gruppo e comunque pratiche sessuali violente consistenti in vere e proprie sevizie, e consegnare agli indagati consistenti somme di denaro sotto la minaccia di divulgare filmati che la ritraevano in atteggiamenti sessuali espliciti. A causa delle violenze subite, che le provocavano ematomi, lividi e segni evidenti sulle braccia e sul corpo, la donna si era recata in un ospedale di Roma, per giustificare con i familiari, all’oscuro di tutto, una non meglio specificata malattia che gli provocava questi segni evidenti sul corpo. Gli agenti hanno effettuato varie perquisizioni domiciliari a carico degli indagati nel corso delle quali sono stati trovati 480 grammi di marijuana, un bilancino di precisione ed una serra per la coltivazione, nonché diversi sexy toy utilizzati per le sevizie e le violenze sessuali. Olivia Petillo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155d53e6000b6cd703245456

Atletica: Italia quarta all’Europeo per nazioni con i punti delle Fiamme oro

Ottima prova della nazionale azzurra di atletica che per solo mezzo punto ha visto sfumare il podio al Campionato europeo per nazioni 2019, che si è da poco concluso a Bydgoszcz (Polonia) con la vittoria dei padroni di casa davanti a Germania e Francia. L’Italia ha comunque fatto registrare la migliore prestazione di sempre nella manifestazione, raggiungendo il quarto posto con 316 punti, grazie anche alle vittorie e ai piazzamenti ottenuti dai portacolori delle Fiamme oro. Su tutti Yeman Crippa e Luminosa Bogliolo che con le loro vittorie hanno fatto guadagnare agli azzurri diverse posizioni in classifica. Yeman ha trionfato nella prova dei 5.000 metri fermando il cronometro sul 13’43”30: “Quella di oggi è una vittoria che mi dice che stiamo lavorando bene – ha detto l’azzurro – soprattutto sull’ultimo giro e sul cercare di mollare il meno possibile. Siamo a buon punto”. Dopo la vittoria il campione cremisi ha trovato la forza per correre i 3.000 metri, e, nonostante le energie non fossero al massimo, è riuscito comunque ad ottenere un buon quarto posto. Nei 100 metri ostacoli Luminosa Bogliolo si è imposta di carattere sulle avversarie più esperte e blasonate, chiudendo con il tempo di 12”87. Altri punti pesanti sono arrivati dal velocista cremisi Marcell Jacobs che ha conquistato il secondo posto nei 100 metri. Sempre protagonista, anche se un po’ affaticata, Ayomide Folorunso, che si è piazzata quarta nella finale dei 400 metri ostacoli e poi ha dato il suo contributo determinante per la conquista del terzo posto della staffetta 4×400. Sergio Foffo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165d53daa7b35d6382140119