NOTIZIE

Stradale: operazione “Ghost”, arrestati 2 fratelli

Avevano escogitato un sistema attraverso il quale riuscivano a derubare veicoli alle stesse persone a cui li avevano venduti in precedenza e di cui avevano guadagnato la fiducia con modi gentili ed affabili. È questo che ha portato all’arresto di due fratelli da parte della Stradale di Torino con l’accusa di riciclaggio, furto aggravato, falso e sostituzione di persona. L’indagine del Compartimento polizia stradale di Torino è partita da una denuncia di furto di una autovettura da parte di un cittadino, a pochi giorni dall’acquisto dello stesso veicolo su un sito internet. Attraverso intercettazioni, pedinamenti e controlli, i poliziotti sono arrivati ai due fratelli che, utilizzando documenti falsi, acquistavano a prezzi irrisori veicoli gravemente incidentati da cui prelevavano targhe e documenti di circolazione che poi mettevano su auto dello stesso tipo e modello, che erano perfettamente integre ma di illecita provenienza. Queste auto venivano poi vendute attraverso siti internet dedicati alla compravendita di veicoli. Sulle autovetture, prima di essere cedute agli ignari acquirenti, venivano installati apparecchi Gps per una loro successiva localizzazione. Inoltre veniva trattenuta dai malviventi una delle due chiavi di accensione che veniva sostituita con una chiave falsa ceduta insieme a quella originale al malcapitato compratore. A questo punto gli indagati facevano trascorrere alcuni giorni, quindi attraverso il Gps localizzavano il veicolo ed utilizzando la chiave in loro possesso e lo prelevavano da dove era stato parcheggiato. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135c9cf1e5a9b68546927118

Sondrio: “Frammenti di storia” attraverso la Polizia scientifica

Il 28 e il 29 marzo, a Sondrio, le immagini dei momenti più drammatici e significativi della storia italiana, viste dall’occhio attento degli analisti della scena del crimine della Polizia di Stato, sono al centro della mostra fotografica itinerante e gratuita “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della Polizia scientifica”. L’esposizione, ospitata presso la sede della prefettura a palazzo Muzio, è stata inaugurata questa mattina dal capo della Polizia Franco Gabrielli accompagnato dal questore Angelo Giuseppe Re. Nel suo discorso il prefetto Gabrielli ha dichiarato che “La polizia scientifica ha un passato che ha caratterizzato la nostra storia formando una base solida su cui costruire il nostro presente e anche il nostro futuro; è la storia non solo della nostra amministrazione, ma è la storia del paese che ci fa piacere condividere con questo territorio, attraverso questa mostra”. “La Polizia scientifica – ha continuato il prefetto Gabrielli – ha saputo intercettare le conquiste della scienza con inesauribile passione, precondizione di ogni attività. E quindi oggi a Sondrio, come abbiamo fatto in altre parti del paese, rendiamo onore a questa storia”. “Ricordando questi frammenti della nostra storia – ha concluso il capo della Polizia Franco Gabrielli – diciamo grazie ai nostri uomini e alle nostre donne della polizia scientifica, che in nome di quella tradizione, forti di quella tradizione, ogni giorno sul territorio nazionale, lavorano con passione, con competenza, con determinazione al servizio delle comunità la cui sicurezza ci è affidata”. Al termine della visita il prefetto Gabrielli ha incontrato, in questura, le rappresentanze della Polizia di Stato in servizio nella provincia di Sondrio. La mostra fotografica, inaugurata a Roma lo scorso aprile, è frutto del lavoro ultracentenario della Polizia scientifica, un’eccellenza del panorama mondiale, da sempre al servizio della sicurezza del cittadino. Ecco le prossime tappe della mostra: 4-10 Aprile Pescara Corso Umberto I, 83 29 Aprile – 5 Maggio Padova Palazzo della Ragione 8-10 Maggio Vicenza Loggia del Capitaniato 1-6 Settembre Rovigo Sala “Pescheria Nuova” leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385c9c89f04938f969068108

XI rievocazione storica della Coppa Milano-Sanremo

Al via questa mattina la XI rievocazione storica della Coppa Milano-Sanremo, la competizione automobilistica più antica d’Italia che si concluderà il 30 marzo nella città dei fiori. All’evento, a cui prendono parte più di 80 vetture di grande prestigio e valore storico, partecipa anche la Polizia di stato con due equipaggi che guideranno le storiche Giulietta 1.300 T.I. e la Giulia Super 1.600. Inoltre, all’Autodromo di Monza, luogo di raduno degli equipaggi prima della partenza per Milano, sarà presente uno stand della Polizia di Stato con esposizione di veicoli storici e moderni. La presenza della Polizia di Stato alla manifestazione è anche editoriale, con la presentazione, presso l’Hotel Melià di Milano, del volume “Polizia e Motori – la lunga strada insieme; la pubblicazione che descrive la storia dei mezzi della Polizia, sarà illustrata dal curatore del libro Emanuele Mùrino, giornalista di “Quattroruote”, dal direttore dell’autocentro di Milano, Stefano Minetti e da quello di Padova, Cristiano Bagatello. Le donazioni fatte per avere “Polizia e Motori”, saranno devolute al “Piano Marco Valerio”, il progetto istituito per sostenere i figli minori dei poliziotti, affetti da gravi patologie. Inoltre, chi è interessato al volume può rivolgersi al Museo delle auto della Polizia di Stato che si trova a Roma, in Via dell’Arcadia 20, oppure telefonando allo 06/5141861 o inviando una e-mail a: museoautopolizia@interno.it. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385c9c9a7b0a128102076822

Con l’operazione “Tarantella” fermata banda che truffava Autobrennero

Avevano modificato i software dei registratori di cassa, inserendo tasti per attribuire la categoria di bene esente da Iva (o con percentuale inferiore a quella dovuta) o altri diritti, a prodotti che in realtà ne erano assoggettati. Si tratta di dodici persone denunciate al termine dell’operazione “Tarantella” dagli agenti del Compartimento polizia stradale Trentino – Alto Adige e Belluno e della Guardia di finanza di Trento, che hanno anche effettuato cinquanta perquisizioni in otto regioni ed eseguito un provvedimento di sequestro preventivo per un valore totale superiore ad un milione di euro emesso dal giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Trento. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di dichiarazione fiscale fraudolenta, truffa aggravata ai danni dello Stato, corruzione e autoriciclaggio. Vittima della truffa milionaria è la società Autostrada del Brennero Spa , che gestisce l’A22, ma indirettamente sono colpiti gli enti pubblici che partecipano al capitale della società per l’85 percento. L’attività investigativa ha preso il via dagli indizi raccolti dalla Sottosezione della Polizia stradale di Trento, che ha acquisito informazioni su possibili illeciti fiscali, compiuti da una delle imprese private che gestiscono in appalto, i punti vendita presso alcune aree di servizio disposte lungo l’autostrada A22. Trattandosi di violazioni fiscali relative all’omessa contabilizzazione degli incassi, gli investigatori della Stradale hanno informato la Guardia di finanza, con la quale, nell’agosto 2018, è iniziata un’indagine congiunta. L’attività ha consentito di fare luce su un sistema strutturato in maniera tale da evitare di pagare i diritti dovuti in base al contratto di gestione dei punti vendita, con aliquote che variavano dal 5 al 49 percento, a seconda del tipo di bene venduto. La truffa avveniva in tre modi diversi: omettendo completamente l’emissione degli scontrini fiscali; battendo in cassa prodotti normali come tipici locali, soggetti a royalty ed Iva inferiori; oppure i prodotti venivano fatti passare come quelli sui quali non era dovuta nessuna percentuale alla società Autobrennero come Cd musicali, libri, riviste e generi di monopolio. Per regolamentare il flusso delle irregolarità i truffatori basavano sulle giornate in cui venivano effettuati i controlli sui volumi delle vendite, concentrando le azioni truffaldine nelle giornate in cui non erano previsti, chiamate nel loro gergo giornate da “luce verde”, mentre in quelle da “luce rossa” bisognava essere regolari. Si sta indagando per accertare se le informazioni circa le giornate in cui poter “operare” venivano comunicate da dipendenti infedeli della stessa società truffata e se il sistema fosse stato esteso ad altri punti vendita gestiti dalla società indagata. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165c9b74988a388976984534

Catania: 24 arresti nel clan Santapaola-Ercolano

Agevolavano Cosa Nostra, in particolare il clan Santapaola-Ercolano del gruppo Picanello, con il traffico e lo spaccio della droga: 24 persone stamattina sono state raggiunte da un’ordinanza di custodia cautelare notificata dagli uomini della Squadra mobile di Catania e da quelli del commissariato di Nesima.
Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, sono stati individuati tre distinti gruppi, tutti facenti capo alla criminalità organizzata, operativi nella più grande “piazza di spaccio” operativa nel popolare rione di San Giovanni Galermo, nella zona settentrionale di Catania. Lo spaccio avveniva in un complesso di edilizia popolare che, grazie alla struttura architettonica con anfratti e numerose vie di fuga, favoriva l’attività dei gruppi nello spaccio di marijuana e cocaina. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155c9b60378bc94009792370

Cerimonia di insediamento del prefetto Vittorio Rizzi

Si è svolta questa mattina a Roma presso il Compendio Anagnina, la cerimonia di insediamento del vice capo della Polizia, nonché direttore centrale della Polizia criminale, prefetto Vittorio Rizzi. Ad accogliere il Prefetto Rizzi c’erano il direttore della Direzione centrale servizi antidroga, Giuseppe Cucchiara e il direttore della Dia, Giuseppe Governale. Il Prefetto, accompagnato dai Direttori centrali ha deposto una corona d’alloro sulla lapide in ricordo dei caduti, che si trova sul piazzale dell’edificio. A conclusione della cerimonia il neo vice capo della Polizia, nella sala riunioni, ha incontrato, assieme ai due direttori centrali, i direttori dei servizi del compendio interforze. Al termine, presso l’aula magna, il prefetto Rizzi ha rivolto un saluto al personale della direzione centrale della Polizia criminale. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155c9a4e13f0e8c939033313

Foggia: operazione antidroga, 7 arresti

Nell’ambito dell’operazione “Udor” e a conclusione dell’indagine coordinata dalla procura della Repubblica di Foggia, questa mattina, i poliziotti della Squadra mobile di Foggia e quelli del commissariato di San Severo hanno eseguito 7 misure cautelari per spaccio di stupefacenti. Gli investigatori hanno scoperto che gli indagati appartenevano a 4 diversi gruppi criminali operanti sul territorio. Lo stupefacente veniva ordinato telefonicamente e con un linguaggio criptico per poi essere ritirato o direttamente a casa degli indagati oppure ricevendolo a domicilio. Dall’indagine è emerso che lo spaccio avveniva in modo “liberalizzato”, ovvero senza spartizioni territoriali fra i vari gruppi, che potevano agire senza alcun vincolo tra loro perché non sottostavano a nessun sodalizio criminale. Tra i più assidui clienti c’era una coppia, un uomo e una donna, che compravano droga da tutti i gruppi; la donna presso la sua abitazione, che condivideva col compagno e due figli minori, si prostituiva e offriva un “servizio completo”: aggiungeva alla prestazione la cessione di droga ai numerosi clienti che le andavano a fare visita. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155c9a44942d2d7212296849

Sciopero guardie giurate negli aeroporti

Hanno incrociato le braccia per l’intero turno di lavoro del 25 marzo gli addetti ai servizi di vigilanza privata nei siti aeroportuali, compreso il personale addetto al servizio di accesso ai varchi. La mobilitazione, indetta a gennaio dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, fa seguito al partecipato sciopero del 1 e 2 febbraio (primo sciopero di due giorni consecutivi del settore, con migliaia di lavoratori presenti alle manifestazioni di Milano e Napoli).

Alla base della protesta, l’impossibilità di trovare un’intesa accettabile per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto nel 2015 e applicato ai circa 70mila addetti. La trattativa si è arenata sul trattamento economico e sul cambio di appalto, ma l’intesa manca anche su bilateralità, contrattazione di secondo livello, classificazione del personale e salute e sicurezza, temi sui quali i sindacati avevano presentato un’articolata proposta di riforma.
Le controparti datoriali hanno invece richiesto maggiore flessibilità e modifiche del trattamento di malattia, proponendo soluzioni ritenute dai lavoratori inaccettabili (es. far lavorare 14 giorni di fila, con un solo giorno di riposo, o flessibilità massima sugli orari nell’arco delle 24 ore).

Alla protesta, che ha creato disagi in diversi aeroporti nazionali e punte di adesione fino al 100% (vedi Bari), si sono aggiunti diversi sit-in davanti alle Prefetture.
Tutte iniziative volte a sensibilizzare le autorità sulla necessità ed urgenza di siglare un contratto nazionale di lavoro che garantisca regole e tutele certe, ma anche un aumento salariale dignitoso.
Il rinnovo non ammette più ritardi.

The post Sciopero guardie giurate negli aeroporti appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/sciopero-guardie-giurate-negli-aeroporti.html

Category: Primapagina

Ottolenghi: in un libro gli scritti del padre della Polizia scientifica

È stato presentato a Roma, alla Biblioteca di storia moderna e contemporanea, il libro “Salvatore Ottolenghi. Una cultura professionale per la polizia dell’Italia liberale e fascista. Antologia degli scritti (1883-1934)” curato da Nicola Labanca, insegnante di storia contemporanea all’università di Siena, e Michele Di Giorgio, ricercatore in storia contemporanea all’università di Venezia. All’evento era presente anche il capo della Polizia Franco Gabrielli che nel suo intervento ha detto: “Salvatore Ottolenghi è stato un grande luminare nel mondo della scienza ed in particolare delle scienze forensi. Quest’opera ha il merito di aver raccolto in maniera sistematica ed intelligente gli scritti di Ottolenghi rendendo onore ai pensieri e alle opere di questo grande scienziato che fu il primo direttore della scuola di Polizia Scientifica” ha proseguito “Il professor Ottolenghi ha infatti dato tanto alle scienze forensi che oggi ci permettono e ci aiutano sempre più ad addivenire alla verità fornendo un servizio utile alla comunità”.
L’incontro è stato coordinato da Raffaele Camposano, direttore del museo e dell’ufficio storico della Polizia di Stato. Salvatore Ottolenghi è ritenuto il fondatore della Polizia Scientifica. Medico di origini astigiane nato nel 1861, Ottolenghi è stato l’ideatore della disciplina della criminologia scientifica e promotore della Scuola di Polizia Scientifica istituita nel 1903. Introdusse il cartellino segnaletico ed un innovativo metodo di classificazione delle impronte digitali (il sistema Gasti), istituendo il servizio di segnalamento e di identificazione e il casellario centrale d’identità. È grazie all’importante opera del medico italiano che la Polizia scientifica, nell’attuale significato, intesa come scienza autonoma applicata all’investigazione criminale, si è potuta definire concretamente agli inizi del 20° secolo. Il libro mette a disposizione degli appassionati della materia e degli studiosi, la vita del medico astigiano fra l’Italia liberale e fascista e le scoperte che lo portarono ad essere considerato il fondatore della Polizia scientifica. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135c98bf78da115798416924

Altissime personalità alla presentazione del Rapporto FederSicurezza sulla vigilanza privata

Altissimo l’interesse per l’edizione 2019 del Rapporto FederSicurezza, che tratteggia l’andamento del mercato della sicurezza privata in Italia. Alla presentazione in anteprima, di scena il 9 Aprile 2019 a Napoli, hanno infatti confermato personalità del calibro di Nicola Molteni, Sottosegretario al Ministero dell’Interno; Antonio De Iesu, Questore di Napoli; Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regione Campania (Verdi); Vincenzo Viglione, Consigliere Regione Campania e Segretario Comissione Anticamorra (M5S); Gianluca Cantalamessa, Capogruppo Lega Commissione Antimafia e Segretario Regionale Campania e Umberto De Gregorio, Presidente CdA Ente Autonomo Volturno.

Numeri, dati e sentiment degli operatori della vigilanza privata verranno quest’anno arricchiti da un focus sulla situazione meridionale (criticità, peculiarità del tessuto sociale e criminale, ricchezza del territorio) e da uno spaccato sulle nuove opportunità di business offerte dalla tecnologia e dalla sicurezza cyber, elemento ormai imprescindibile di un’offerta integrata di sicurezza.

Alla presentazione della Rapporto seguirà una Tavola Rotonda, intitolata “La sicurezza privata nel Sud Italia: criticità e soluzioni. Politica, utenza e operatori del settore a confronto”.
Moderata da Ilaria Garaffoni, Direttore Responsabile di www.vigilanzaprivataonline.com, la tavola rotonda vedrà avvicendarsi alte personalità della scena politica territoriale, grande utenza e operatori del comparto per definire un nuovo modello partecipato di sicurezza.

La giornata di lavori sarà anche l’occasione per presentare la neonata Federsicurezza Sud, branch federale interamente dedicata alle imprese di sicurezza dell’area centro-meridionale.

L’evento, valido ai fini dell’aggiornamento permanente del Security Manager (UNI 10459:2015 p.to 6.4.2). e di scena nella splendida cornice dell’Hotel Royal Continental di Napoli, è ad ingresso libero – fino ad esaurimento posti – e previa registrazione presso: eventi@federsicurezza.it

“Rapporto FederSicurezza 2019 Cyber, tecnologie, servizi innovativi: nuovi scenari per una vigilanza privata evoluta”

invito-federsicurezza-2019.pdf

1.0 MiB
17 Downloads
Dettagli

Autore:FederSicurezzaPiattaforme:Windows 98, Windows 2000, Windows XP, Windows Vista, Windows 7Categoria:VarieLicenza:FreewareData:19 Marzo 2019

The post Altissime personalità alla presentazione del Rapporto FederSicurezza sulla vigilanza privata appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/altissime-personalita-alla-presentazione-del-rapporto-federsicurezza-sulla-vigilanza-privata-7711.html

Category: Primapagina, Riforma Tulps, rapporto federsicurezza