Archivio dell'autore P.S.A. GROUP

Anche quest’anno la Polizia di Stato collaborerà al progetto “La terrazza Tutti al mare!”

Per il quinto anno consecutivo è stata rinnovata la collaborazione fra il Dipartimento della pubblica sicurezza del ministero dell’Interno e l’associazione 2HE-Io Posso a beneficio del progetto “La terrazza Tutti al mare!”, il primo accesso attrezzato al mare per persone affette da Sla, patologie neuromotorie e altre gravi disabilità motorie, realizzato su un tratto di spiaggia libera della Marina di San Foca di Melendugno, in provincia di Lecce, con servizi completamente gratuiti per i propri ospiti e in piena sicurezza. L’intenzione di ribadire la collaborazione è stata manifestata durante l’incontro al Viminale tra il capo della Polizia Lamberto Giannini e la presidente dell’Associazione Giorgia Rollo. Grazie a questo accordo di collaborazione anche quest’anno la Polizia di Stato darà il suo contributo con gli atleti della sezione salvamento delle Fiamme oro e gli agenti della questura di Lecce in possesso dell’apposito brevetto, che svolgeranno il servizio di assistenza bagnanti per tutto il periodo di apertura della struttura. “La terrazza Tutti al mare!” è il progetto solidale nazionale nato sei anni fa attorno a Gaetano Fuso, salentino, assistente capo della Polizia di Stato, nominato, tra l’altro, “Cavaliere della Repubblica” dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel 2018. Gaetano ha lottato contro la sua malattia fino al 2020, quando si è dovuto arrendere, non prima di aver visto realizzato il suo sogno. Nel 2015 ha immaginato un luogo in cui far ritrovare a chiunque, in acqua, quella leggerezza che malattie come la Sla tolgono inesorabilmente. In sei anni di attività la Terrazza di Io Posso ha offerto i propri servizi completamente gratuiti a più di settecento ospiti con gravi disabilità motorie, anche immobilizzati o dipendenti da macchinari elettrici, provenienti da tutta Italia e anche Europa, ed è ormai un modello replicato in altre regioni italiane. “La Terrazza Tutti al mare!”, sul lungomare Matteotti n. 57, sarà attiva dal 15 giugno fino al 15 settembre 2021, con apertura prevista tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.00, sempre nel rispetto delle norme di contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19 (uso di mascherina, igiene, distanziamento, ecc). A beneficio degli ospiti saranno presenti due postazioni più ampie con colonnina acqua-elettricità per chi necessita di ventilazione assistita e sette postazioni per le altre forme di disabilità, tutte idoneamente distanziate l’una dall’altra e provviste di lettini ribassati, sedie da regista e idonea ombreggiatura. La struttura dispone poi di due ampi bagni completamente attrezzati, anche con doccia calda, due ulteriori docce esterne, un box infermieristico attrezzato, 12 ausili per l’ingresso in acqua, di cinque tipologie differenti, adatti a conformazioni fisiche diverse, personale infermieristico ed assistenziale. Completa la struttura un’ampia passerella che consente l’agevole spostamento con la sedia a rotelle. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/16609c0f2fe7dfd488746098

Mafia: ad Agrigento sequestro di beni a 2 fratelli

Sequestrati immobili, fra Canicattì (Agrigento) e Caltanissetta, e depositi bancari per un ammontare di circa 400 mila euro, nei confronti dei fratelli Antonio e Giuseppe Maira. A dare esecuzione alla misura di prevenzione patrimoniale nei confronti dei due fratelli, di 71 e 65 anni, è stata la Divisione polizia anticrimine della questura di Agrigento.  Uno dei due fratelli è stato personaggio di spicco negli anni ’80 della “Stidda” e subì diverse condanne tra cui quella più pesante inflittagli, con la pubblica accusa sostenuta dall’allora giovane magistrato Rosario Livatino. A dire di vari collaboratori di giustizia, il giudice Livatino fu ucciso, nel settembre del 1990, proprio perché aveva inflitto forti condanne ad affiliati della Stidda, tra cui appunto figurava  uno dei due fratelli. Infatti, per i reati di traffico di droga in contesto associativo ed armi, l’indagato fu condannato, nel 1986, alla pena della reclusione di anni 22 e mesi 6, poi ridotta in appello ad anni 17 e mesi 6 di reclusione. Fu quello che del gruppo prese la condanna più pesante che scontò fino all’ anno 2004. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/13609b9ee035cb4106259063

Concorso 133 Allievi Ufficiali Accademia Marina 2021 – Avviso Pubblicazione Video-Tutorial Prove Fisiche

Reso noto l’avviso di pubblicazione dei video-tutorial per l’effettuazione delle prove di efficienza fisica e per la valutazione in capacità e resistenza fisica del Concorso 133 Allievi Ufficiali Accademia Marina 2021.

I video-tutorial per l’effettuazione delle prove di efficienza fisica e per la valutazione in capacità e resistenza fisica del Concorso 133 Allievi Ufficiali Accademia Marina 2021 sono disponibili all’interno della pagina dedicata al concorso sul sito della Marina Militare.

Consulta e Scarica l’Avviso

L’articolo Concorso 133 Allievi Ufficiali Accademia Marina 2021 – Avviso Pubblicazione Video-Tutorial Prove Fisiche sembra essere il primo su Nissolino Corsi – Preparazione Concorsi Militari.

leggi tutto

From: https://www.nissolinocorsi.it/concorso-133-allievi-ufficiali-accademia-marina-2021-avviso-pubblicazione-video-tutorial-prove-fisiche/

Category: Concorsi Marina

Truffe: arrestate a Taranto 3 persone

Truffa, riciclaggio, sostituzione di persona, documenti falsi ai danni di persone anziane e agli istituti di credito e società finanziarie sono i reati contestati alle tre persone arrestate, questa mattina, dalla Squadra mobile di Taranto. Due dei tre uomini, un 72enne ed un 61enne, sono ritenuti i promotori e gli organizzatori dell’associazione, mentre un 74enne è indagato per aver partecipato all’organizzazione criminale. Anche la moglie del 61enne è indagata insieme ad un altro uomo di 57 anni. Le indagini hanno preso il via dalla denuncia di due episodi di truffa nei confronti di due pensionati che avevano notato, sui loro conti correnti, strane uscite mensili di denaro non autorizzate: risultavano accesi prestiti con società finanziarie non contratti dalle vittime. Gli investigatori hanno accertato almeno 14 episodi avvenuti tra il 2018 e il 2019. Sostituzione di persona e clonazione di documenti d’identità erano le tecniche usate dai truffatori che si presentavano nelle banche con le generalità delle vittime e documenti a cui avevano sostituito la foto. In alcuni casi, quando nasceva la necessità da parte del funzionario di banca di accertare le garanzie richieste per contrarre il prestito, i truffatori, gli davano appuntamento davanti alla casa delle vittime e poi con una scusa riuscivano a far desistere gli impiegati di far ingresso nelle abitazioni. Dopo esser riusciti ad ottenere il finanziamento facevano accreditare i soldi su conti italiani e tedeschi sempre intestati ai cittadini truffati e accesi presentando online o direttamente lo stesso documento utilizzato per la truffa. Il denaro veniva poi trasferito dal conto tedesco ad altro conto sempre tedesco ma riconducibile ad uno degli arrestati. Poi il denaro transitava presso dei conti italiani dello stesso indagato e della moglie che complice, consentiva il riciclaggio del denaro “ripulendolo” su conti correnti a lei intestati. Nel corso dell’operazione di oggi è stato eseguito il sequestro preventivo finalizzato alla confisca delle somme di denaro depositate su conti correnti, libretti di risparmio, titoli, azioni e fondi nella disponibilità dei truffatori. Secondo un primo accertamento i truffatori hanno movimentato complessivamente circa 200mila euro. Olivia Petillo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/15609bad151899f381008327

Pordenone: presa la banda dei distributori

La Squadra mobile di Pordenone ha individuato e arrestato i componenti di una banda specializzata in assalti con le ruspe a distributori di carburante nelle aree di servizio del Nord Italia. L’operazione di Polizia portata a termine questa mattina è stata coordinata dal Servizio centrale operativo (Sco) e dal Servizio cooperazione internazionale di Polizia (Scip) e ha interessato l’esecuzione di un mandato di arresto europeo nei confronti di 4 persone di nazionalità rumena.
Due sono stati arrestati in Romania e uno a Trieste mentre il quarto è deceduto lo scorso aprile a Gorizia durante un inseguimento con le Forze dell’ordine, dopo aver rubato un’auto. Tra gennaio e aprile di quest’anno la banda aveva messo a segno numerosi colpi in diverse province del Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e Lombardia. L’indagine metteva in evidenza come gli assalti venissero commessi in serie, con schemi e modalità ben consolidati e collaudati; avvenivano soprattutto nelle ore serali e notturne con delle ruspe con cui asportavano le colonnine self-service contenenti il denaro contante all’interno. Oltre al furto, l’azione provocava danni anche alla struttura per cui i gestori erano costretti a bloccare l’attività per diversi giorni fino al ripristino degli impianti di erogazione del carburante. È emerso che il gruppo criminale arrivava in Italia prevalentemente nei fine settimana dalla Romania, individuava l’obiettivo da colpire, e dopo aver rubato ruspe e mezzi necessari sul posto metteva a segno il colpo. Gli uffici investigativi interessati nell’indagine, attraverso il collaterale organo della Polizia rumena, hanno localizzato gli indagati arrestandoli. Sono in corso ulteriori accertamenti e riscontri per determinare la responsabilità dei numerosi episodi simili avvenuti anche nelle provincie del Centro Italia ed in altre del Nord. Olivia Petillo   leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/15609bc15077cb5985839676

Concorso 130 Commissari Polizia di Stato 2021 – Calendario Prova Preselettiva + Banca Dati

Pubblicato il Calendario della Prova Preselettiva e la Banca Dati del Concorso 130 Commissari Polizia di Stato 2021.

La Prova Preselettiva del Concorso 130 Commissari Polizia di Stato 2021 si svolgerà nei giorni 9 e 10 giugno 2021, presso l’Ergife Palace Hotel, sito in Roma – Via Aurelia n. 619. All’interno del seguente calendario di convocazione i candidati possono trovare tutte le informazioni sul giorno e sull’orario di convocazione, sulle modalità di presentazione e sulla documentazione da portare (comprensiva di Autodichiarazione debitamente compilata e firmata).

Consulta e Scarica il Calendario della Prova Preselettiva

Banca Dati Concorso 130 Commissari Polizia di Stato 2021

Dall’archivio pubblicato (5.000 quesiti) saranno estratti i quesiti oggetto della Prova Preselettiva del Concorso 130 Commissari Polizia di Stato 2021. All’interno della banca dati la risposta indicata con la lettera A è sempre quella esatta.

Consulta e Scarica la Banca Dati

L’articolo Concorso 130 Commissari Polizia di Stato 2021 – Calendario Prova Preselettiva + Banca Dati sembra essere il primo su Nissolino Corsi – Preparazione Concorsi Militari.

leggi tutto

From: https://www.nissolinocorsi.it/concorso-130-commissari-polizia-di-stato-2021-calendario-prova-preselettiva-banca-dati/

Category: Concorsi Polizia di Stato

Cocaina all’ingrosso nel bar, 8 arresti con l’operazione “Cristallo”

Aveva trasformato il bar che gestiva, in una centrale di smistamento della cocaina, che vendeva all’ingrosso agli spacciatori per lo smercio al dettaglio. L’uomo è stato arrestato questa mattina dai poliziotti della Squadra mobile di Brescia, insieme ad altre quattro persone; gli indagati sono accusati, a vario titolo, di importazione, trasporto e cessione di cocaina. All’esecuzione delle ordinanze hanno preso parte anche gli agenti delle Squadre mobili di Bologna e Verona. Si tratta del risultato dell’indagine “Cristallo”, che ha portato anche al sequestro di oltre 16 chilogrammi di cocaina e all’arresto di altre tre persone in flagranza di reato.  L’attività operativa ha preso il via nel dicembre 2018, dopo l’arresto di uno straniero trovato in possesso di un chilo di cocaina, pronta per essere smerciata nelle piazze di spaccio. Gli investigatori hanno iniziato ad indagare per scoprire la fonte di approvvigionamento dello stupefacente, arrivando ad individuare un bar di Travagliato, in provincia di Brescia, dove il pusher aveva acquistato la cocaina. L’esercizio commerciale è stato poi messo sotto osservazione dagli investigatori, che hanno documentato numerosi incontri durante i quali il gestore del bar vendeva la droga agli spacciatori, alcuni dei quali arrestati subito dopo lo scambio.
L’indagine si è anche sviluppata all’estero, in particolare in Belgio e Olanda, dove il grossista acquistava lo stupefacente, organizzandone il trasporto in Italia. Proprio durante uno di questi trasporti i poliziotti della Mobile hanno intercettato un carico di droga: 15 chili di cocaina provenienti dal Belgio e trasportati su un minibus preso a noleggio. Sergio Foffo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/16609a54fbbe389239164088

Siracusa: arresti e sequestri nel clan Trigila

  Con la forza dell’intimidazione e delle estorsioni si assicuravano una posizione dominante nel trasporto su gomma di prodotti ortofrutticoli e della produzione di imballaggi. Questa mattina, la Squadra mobile di Siracusa insieme a quelle di L’Aquila, Terni ed Ancona con i Carabinieri e la Guardia di finanza di Siracusa hanno eseguito 13 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei componenti dell’associazione di tipo mafioso del clan Trigila operante nella provincia, tra Noto, Pachino e Rosolini. I provvedimenti sono stati effettuati a conclusione delle indagini compiute dalla Squadra mobile denominate “Robin Hood”, svolte tra il 2016 e il 2018 e dai Carabinieri di Siracusa nel 2016 e 2017, denominata “Neaton”. Avvalendosi della forza intimidatrice tipica dei gruppi legati dal vincolo associativo, la famiglia gestiva l’attività criminale, in particolare nel settore dei trasporti su gomma di prodotti orto-frutticoli, della produzione di pedane e imballaggi e della produzione e commercio di prodotti caseari, influendo e alterando le regole della leale concorrenza. Le indagini hanno consentito di accertare l’operato delle figure di spicco dell’organizzazione che, nonostante fossero detenute in carcere già da tempo, operavano e dirigevano i traffici illeciti del gruppo attraverso i familiari più stretti ai quali impartivano compiti e regole da seguire. Oltre alle estorsioni imposte sul territorio, l’associazione si dedicava anche al traffico di sostanze stupefacenti. Ruolo determinante era quello riservato alle donne della famiglia che avevano il compito di trasmettere all’organizzazione gli ordini del congiunto durante i colloqui in carcere. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/15609a575f27a12831722376

Poliziamoderna: il numero di Maggio

Nello speciale della rivista Poliziamoderna di maggio si ripercorrono tutte le fasi delle celebrazioni del 169° anniversario della fondazione della Polizia avvenuta in forma riservata a causa delle restrizioni antiCovid, il 10 maggio scorso presso la Scuola superiore di Polizia .

È possibile leggere, inoltre, l’intervista esclusiva al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che durante la cerimonia ha annodato la Medaglia d’oro al valor civile sulla bandiera della Polizia, per ricordare l’impegno costante sul territorio dei 106 questori. E, proprio ai Questori, è dedicata la seconda parte dello Speciale, in cui sono riportate le interviste ai questori di Novara, Roma e Agrigento. La Rivista ha curato un approfondimento dedicato al Centro situazioni del Viminale che rappresenta il punto di raccordo nazionale del flusso informativo di emergenza.
Al Centro convergono i dati in qualsiasi evento di rilievo dagli uffici territoriali di pubblica sicurezza e delle sale operative di tutti gli enti e le istituzioni coinvolte nella sicurezza pubblica e nella protezione civile. Il Centro situazioni ricevuta la notizia, la trasmette al capo della Polizia che, a sua volta, in presenza di fatti di particolare rilevanza, che possono sconvolgere l’ordine e la sicurezza pubblica del Paese, la riferisce al ministro dell’Interno che decide se convocare l’Unità di crisi.
Nel numero di Maggio si celebrano i 100 anni della Moto Guzzi che, per quasi mezzo secolo, ha legato il suo marchio alla flotta motociclistica della Polizia di Stato: dalla mitica rossa “Airone sport 250” dei primi anni ’50 alla “V7” in livrea grigioverde, per finire con la “B50-T3” in “divisa” biancoazzurra in dotazione alla Stradale sul finire degli anni ’70. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/1560993ccd79498783310341

Imperia: individuati i responsabili dell’aggressione a Ventimiglia

Sono stati individuati e denunciati dai poliziotti del commissariato, i tre responsabili dell’aggressione avvenuta ieri pomeriggio a Ventimiglia (Imperia) nei confronti di un cittadino extracomunitario. L’aggressione è scaturita dopo un diverbio, per cause ancora da accertare, tra il giovane straniero ed uno degli aggressori, nelle vicinanze di un supermercato. Su segnalazioni sono intervenuti i poliziotti che hanno richiesto l’intervento di personale sanitario; la vittima è stata trasportata all’ospedale di Bordighera dal quale è stata dimessa con 10 giorni di prognosi per lesioni e, successivamente, l’uomo è stato portato al commissariato di Ventimiglia, per procedere ai provvedimenti amministrativi del caso. L’episodio è stato filmato da un cittadino e postato su vari social network. Dal video e dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza, gli agenti sono arrivati ai tre responsabili che sono state denunciati per lesioni aggravate dall’uso di corpi contundenti. È al vaglio la posizione di una quarta persona che compare nel video al termine dell’aggressione. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/13609903f77fb2e435659458