Archivio dell'autore P.S.A. GROUP

Campobasso: nuova sala d’ascolto per donne e vittime di violenza

La questura di Campobasso ha un nuovo spazio da utilizzare per gli incontri con i minori e le donne vittime di reato. Una sala ascolto ubicata all’interno degli uffici della Squadra mobile che è stata inaugurata stamattina dal capo della Polizia Franco Gabrielli. “Un momento importante questo perché sottolinea il carattere della nostra istituzione che ha la capacità di andare incontro ai bisogni e alle richieste di chi vive situazioni di disagio. Sono tanti anni, dalla seconda metà degli anni ’90, che la mia amministrazione ha costituito gli uffici minori per coprire le vulnerabilità di tutti coloro che subiscono i reati di genere”. “In questo tipo di reati” – ha proseguito il prefetto Gabrielli – “Dove la vittima deve fare uno sforzo pazzesco per varcare un ufficio di Polizia e superare la vergogna, gli approcci, le sensibilità e le modalità sono fondamentali per le vittime. Così come lo è un ambiente accogliente che possa favorire la vittima a denunciare quanto subìto”. La realizzazione della sala, esempio unico in Molise in quanto utilizzata anche per le esigenze dell’Autorità giudiziaria e delle altre Forze di polizia e dotata di moderne e sofisticate apparecchiature tecnologiche, è stata possibile grazie all’associazione Lions Club di Campobasso che ha finanziato i lavori di ammodernamento e la fornitura dei nuovi arredi. Il capo della Polizia ha voluto ringraziare personalmente l’associazione Lions Club “Che ha permesso di realizzare la struttura. Questo significa sicurezza partecipata, cioè intercettare le condizioni di disagio e permettereche queste non avvengono più, attraverso l’aiuto personale” La cerimonia si è conclusa con la benedizione del cappellano della Polizia di Stato don Francesco Rinaldi a cui è seguìto il taglio del nastro da parte del capo della Polizia. Il prefetto ha continuato verso la Scuola allievi agenti dove ha salutato gli allievi e il tutto il personale in servizio presso la scuola. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135cee50e665892234627132

Baby gang a Venezia: arrestati 7 giovani criminali

Terrorizzavano il territorio tra Venezia e Mestre con violente e sanguinose rapine commesse a colpi di bastone, bottiglie e utilizzando tirapugni. Sono sette le persone, tre maggiorenni e quattro minorenni, appartenenti a tre diverse baby gang, arrestate dagli agenti della Squadra mobile veneziana, in esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dai tribunali ordinario e per i minorenni, mentre sono 19 le persone indagate in stato di libertà. All’esecuzione delle ordinanze ha partecipato anche la Squadra mobile di Treviso. Eseguite, inoltre, numerose perquisizioni nelle abitazioni degli indagati. I giovani arrestati, di età compresa tra 14 e 19 anni, sono accusati di rapina aggravata, estorsione, furto aggravato, furto in abitazione aggravato e danneggiamento aggravato. Almeno venti le brutali aggressioni commesse dall’inizio dell’anno; le vittime, sia coetanei che adulti, erano scelte a caso, e venivano aggredite sempre in gruppo, prevalentemente di sera. Sergio Foffo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165cee6ec399441048922515

Concorso 65 Ufficiali in SP Ruoli Speciali Esercito 2019 – Calendario Accertamento Inglese e Prove Orali

Pubblicato il Calendario dell’accertamento di lingua inglese, della prova orale di cultura tecnico-professionale e della prova orale facoltativa di lingua straniera del Concorso 65 Ufficiali in SP Ruoli Speciali Esercito 2019.

I Candidati in Elenco sono stati ammessi a sostenere l’accertamento di lingua inglese, della prova orale di cultura tecnico-professionale e della prova orale facoltativa di lingua straniera del Concorso 65 Ufficiali in SP Ruoli Speciali Esercito 2019 e dovranno quindi presentarsi, presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito – Caserma “Gonzaga del Vodice” (sito a Foligno, in viale Mezzetti 2), alle ore 8:00 del giorno loro indicato nel Calendario di Convocazione.

Le predette prove ed accertamenti inizieranno il giorno di presentazione ed avranno la durata presumibile complessiva di tre giorni consecutivi, esclusi sabato, domenica e giorni festivi. Nel periodo di permanenza presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito non è possibile fruire di vitto e alloggio a carico dell’Amministrazione della Difesa. I convocati dovranno presentarsi in uniforme di servizio, se in servizio, o comunque con un abbigliamento consono alla sede d’esame, se non in servizio; muniti di un documento di riconoscimento provvisto di fotografia in corso di validità.

Consulta e Scarica il Calendario dell’Accertamento di Inglese e delle Prove Orali

L’articolo Concorso 65 Ufficiali in SP Ruoli Speciali Esercito 2019 – Calendario Accertamento Inglese e Prove Orali sembra essere il primo su Nissolino Corsi – Preparazione Concorsi Militari.

leggi tutto

From: https://www.nissolinocorsi.it/concorso-65-ufficiali-sp-ruoli-speciali-esercito-2019-calendario-accertamento-inglese-prove-orali/

Category: Concorsi Esercito

Art. 11.del Decreto del Ministro dell’Interno 2 dicembre 2002, n. 276

pagina in manutenzione leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/1180

La Polizia celebra gli 80 anni del “suo” Livio Berruti

La Polizia di Stato ed il suo Gruppo sportivo Fiamme oro, celebrano uno dei più grandi campioni della storia dello sport italiano e mondiale, l’uomo che il 3 settembre 1960 diventò leggenda vincendo la finale dei 200 metri ai Giochi olimpici di Roma. Livio Berruti il 19 maggio ha compiuto 80 anni, e per l’occasione le Fiamme oro hanno organizzato una cerimonia celebrativa della carriera sportiva dell’ex atleta cremisi. All’evento, che si è svolto oggi pomeriggio a Roma, presso il Salone d’onore del Coni, hanno partecipato il capo della Polizia Franco Gabrielli e il presidente del Coni Giovanni Malagò. “È un onore festeggiare nel tempio dello sport nazionale il nostro Livio Berruti perchè è stato un atleta nonché uomo straordinario che meritava di essere festeggiato” ha detto il Prefetto Gabrielli il quale ha continuato “Le Fiamme oro sono per noi motivo di orgoglio, perchè oltre ai moltepici risultati dei nostri atleti, sono per noi uno strumento di prevenzione in quanto lo sport è un veicolo per entrare in contatto con situazioni più complesse e portare i nostri valori di legalità. Abbiamo attualmente 26 gruppi giovanili in tutta Italia e ne vado fiero perchè attraverso di loro riaffermiamo i nostri ideali”. Durante l’evento è stata ripercorsa la lunga carriera dell’ex portacolori delle Fiamme oro, caratterizzata dalla finale olimpica che Berruti vinse con il tempo di 20”5, eguagliando per ben due volte, il record del mondo. Berruti è stato festeggiato da tanti amici ed ex colleghi della Polizia, tra i quali anche sei campioni olimpici: Daniele Masala, doppio oro nel pentathlon moderno a Los Angeles 1984, individuale e a squadre, Giuseppe Maddaloni, oro nel judo a Sydney 2000, Simone Vanni, oro con la squadra di fioretto maschile ad Atene 2004, Roberto Cammarelle, pugile d’oro nei supermassimi a Pechino 2008, Valentina Vezzali, cinque volte d’oro (3 individuali e 2 a squadre) a Sydney 2000, Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012, e Gabriele Rossetti, oro olimpico nello skeet del tiro a volo a Rio 2016. Durante la cerimonia, Berruti ha raccontato i ricordi, le emozioni, i successi di una vita trascorsa tra duri allenamenti e grandi sacrifici e, alla fine, tra gli applausi commossi di tutti i presenti, ha ricevuto dalle mani del prefetto Gabrielli, una targa ricordo e la tuta sportiva delle Fiamme oro. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165ced18e76d8f0330871576

Crimini informatici: accordo firmato con E.ON Italia

È stato siglato stamattina a Roma l’accordo tra Polizia di Stato e E.ON Italia per la prevenzione e il contrasto dei crimini informatici e in particolare gli attacchi alle infrastrutture informatiche critiche di E.ON.

La convenzione, firmata dal capo della Polizia Franco Gabrielli e dall’amministratore delegato di E.ON Italia Péter Ilyés, rientra nell’ambito delle direttive impartite dal ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione alla criminalità informatica attraverso la stipula di accordi con gli operatori che forniscono prestazioni essenziali. La Polizia postale e delle comunicazioni è infatti quotidianamente impegnata a garantire l’integrità e la funzionalità della rete informatica delle strutture di livello strategico per il Paese attraverso il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (Cnaipic). E.ON è oggi uno dei principali operatori energetici in Italia, impegnato nell’offerta di soluzioni energetiche e nella generazione elettrica da fonte rinnovabile. Svolge attività ritenute essenziali per i fabbisogni collettivi e rappresenta un’infrastruttura di interesse nazionale e, pertanto, risulta necessario assicurare l’integrità dei sistemi informatici. L’intesa, che prevede la collaborazione tra il Cnaipic e la Funzione di information security di E.ON, rappresenta una tappa significativa nel processo di costruzione di una collaborazione tra istituzioni pubbliche e aziende private: un progetto che, in considerazione dell’insidiosità delle minacce informatiche, risulta essere strumento essenziale per la realizzazione di un efficace sistema di contrasto al crimine informatico.
Alla firma della convenzione erano presenti per il Dipartimento della pubblica sicurezza, il direttore centrale per la Polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato, Armando Forgione e il direttore del Servizio Polizia postale e delle comunicazioni, Nunzia Ciardi. Per E.ON Italia era presente il CEO, Péter Ilyés. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/135ced3e7532ca8066777954

Concorsi 132 AUFP Marina 2019 e 10 AUPC Marina 2019 – Avviso Prova Scritta

Pubblicato l’Avviso relativo alla Prova Scritta del Concorso 132 AUFP Marina Militare 2019 e del Concorso 10 AUPC Marina Militare 2019.

La Prova Scritta del Concorso 132 AUFP Marina Militare 2019 e del Concorso 10 AUPC Marina Militare 2019 si svolgerà a partire dal 13 Giugno 2019.

Il Calendario dettagliato con le modalità, luogo e ora di presentazione per lo svolgimento della prova scritta sarà pubblicato presumibilmente a partire dal 6 Giugno 2019.

Consulta e Scarica l’Avviso relativo alla Prova Scritta

L’articolo Concorsi 132 AUFP Marina 2019 e 10 AUPC Marina 2019 – Avviso Prova Scritta sembra essere il primo su Nissolino Corsi – Preparazione Concorsi Militari.

leggi tutto

From: https://www.nissolinocorsi.it/concorsi-132-aufp-marina-2019-10-aupc-marina-2019-avviso-prova-scritta/

Category: Concorsi Marina

Concorso 2.225 VFP1 Marina Militare 2019 (2° Blocco) – Elenchi convocati Accertamenti Psico-Fisici e Attitudinali

Riportiamo, man mano che vengono resi pubblici, gli Elenchi dei Candidati Convocati per gli Accertamenti psico-fisici e attitudinali del 2° blocco del Concorso 2.225 VFP1 Marina Militare 2019.

In questo articolo possono essere consultati gli Elenchi dei candidati convocati per gli Accertamenti psico-fisici e attitudinali dei settori d’impiego CEMM Navale e CP del Concorso 2.225 VFP1 Marina Militare 2019.

I Candidati presenti negli elenchi dovranno presentarsi, entro le 7,15 del giorno specificato accanto a ciascun nominativo, presso la caserma della Marina Militare “Ignazio Castrogiovanni” di Taranto in Via Cagni, 2.. Gli Accertamenti psico-fisici e attitudinali avranno una durata massima di tre giorni, con la possibilità di usufruire del solo vitto. Gli aspiranti dovranno presentarsi muniti di quanto indicato nell’articolo 13, commi 2 e 3 del bando.

Consulta e Scarica gli Elenchi dei Convocati

27/05/2019 Secondo Elenco dei Convocati – CEMM Navale e CP
15/03/2019 Primo Elenco dei Convocati – CEMM Navale e CP

L’articolo Concorso 2.225 VFP1 Marina Militare 2019 (2° Blocco) – Elenchi convocati Accertamenti Psico-Fisici e Attitudinali sembra essere il primo su Nissolino Corsi – Preparazione Concorsi Militari.

leggi tutto

From: https://www.nissolinocorsi.it/concorso-2-225-vfp1-marina-militare-2019-2-blocco-elenchi-convocati-accertamenti-psico-fisici-e-attitudinali/

Category: Concorsi Marina

Foggia: estorsioni ai commercianti, 8 arresti

Reati di estorsione e detenzione di materiale esplodente aggravati dal metodo mafioso sono le accuse rivolte alle 8 persone arrestate questa mattina dalla Squadra mobile di Foggia nell’ambito di un’attività di indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari. Gli agenti hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di diversi appartenenti alle famiglie dei Sinesi-Francavilla di Foggia. L’indagine ha messo in evidenza una vera e propria attività predatoria che consisteva in estorsioni nei confronti di commercianti della città, costretti a versare mensilmente somme di denaro, ovvero a cedere gratuitamente, senza nessun corrispettivo, prodotti vari. Gli arrestati reperivano il denaro necessario per il sostentamento dell’organizzazione e degli associati detenuti attraverso la riscossione di somme di denaro estorte ad alcuni imprenditori locali impegnati, per lo più, nel campo dell’autodemolizione e della ristorazione. Per fiaccare la resistenza delle vittime, il gruppo non si faceva scrupolo di utilizzare ordigni esplosivi per danneggiare le attività imprenditoriali avvalendosi, per intimorire gli imprenditori, anche del vincolo con l’associazione mafiosa chiamata “Società Foggiana”. Molti i casi svelati dall’attività di osservazione e pedinamento degli investigatori del “Gruppo Foggia” della Squadra mobile; i poliziotti hanno accertato che gli indagati, estorcevano denaro anche al titolare di due bar della città. All’uomo avevano intimato di pagare indebitamente 50mila euro attraverso minacce e pesanti ripercussioni per lui e le sue attività commerciali. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155cebcffac5616689873808

Giornata internazionale per i minori scomparsi

Oggi ricorre la giornata internazionale per i bambini scomparsi: sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno e garantire che nessun minore scomparso venga dimenticato e che le ricerche non si interrompano mai è l’impegno della Polizia di Stato insieme al Global Children’s Network – Rete globale per i minori scomparsi (Gmcn) coordinata dall’International Center for Missing & Exploited Children. Il Gmcn riunisce 29 Paesi di 4 continenti in una comunità internazionale in cui ogni bambino è importante e dove si lavora tutti insieme per garantire un ambiente sicuro in cui crescere. In questo ambito, il Servizio centrale anticrimine della Polizia di Stato si coordina con gli altri Membri per studiare e condividere le migliori pratiche di prevenzione, sensibilizzazione, conoscenza e risposta alla scomparsa dei minori. Per l’occasione la Direzione centrale anticrimine ha elaborato i dati in occasione della Giornata internazionale, con consigli per i genitori e per i bambini e un video educativo. In Italia dal 2007 è stato istituito il Commissario straordinario del governo per le persone scomparse che ha importanti compiti di coordinamento e monitoraggio; favorisce il confronto incrociato tra le informazioni degli scomparsi e quelle sui cadaveri non identificati e ha il compito, inoltre, di tenere i rapporti con i familiari e con le associazioni più rappresentative a livello nazionale che sotto diversi aspetti sono impegnate nel settore. Nel 2018, in Italia, le Forze dell’ordine hanno registrato oltre 9.400 segnalazioni di ricerca di minori scomparsi di cui il 48% si è risolto entro l’anno, mentre per la differenza nei mesi successivi fino a raggiungere il 92% dei casi risolti. Da uno studio effettuato è emerso che, nel periodo 2016-2018, sono stati necessari, in media, dai 22 ai 28 giorni per ritrovare il minore e che, nel 77% dei casi risolti, la conclusione è avvenuta in meno di 30 giorni. Ricordiamo che secondo la legge del 14 novembre 2012 n.203 “Disposizioni per la ricerca delle persone scomparse”, “chiunque viene a conoscenza dell’allontanamento di una persona dalla propria abitazione o dal luogo di temporanea dimora e, per le circostanze in cui è avvenuto il fatto, ritiene che dalla scomparsa possa derivare un pericolo per la vita o per l’incolumità personale della stessa, può denunciare il fatto alle Forze di polizia o alla Polizia locale”. Il cittadino ha a disposizione, oltre ai numeri di emergenza e pronto intervento 113 e 112 NUE il servizio a valenza sociale 116000 – Linea telefonica diretta per i minori scomparsi, gestito per conto del ministero dell’Interno dall’Ente Morale “S.O.S. Il Telefono Azzurro – Linea nazionale per la prevenzione dell’abuso all’infanzia”. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155ce7d10c47e5b787919664