Il capo della Polizia a Roccella Jonica

Il capo della Polizia a Roccella Jonica

Si è svolta questo pomeriggio a Roccella Jonica (Reggio Calabria), una manifestazione sul tema “Sicurezza ed accoglienza, un binomio possibile”, che si pone lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e la cittadinanza sulle complesse problematiche connesse al fenomeno migratorio.
L’evento ha avuto luogo nel Teatro comunale “Unità d’Italia”, alla presenza del capo della Polizia Lamberto Giannini.
In platea anche rappresentanti delle istituzioni civili, militari e religiose, delle scolaresche e di diverse associazioni presenti ed attive su un territorio interessato, specie nel periodo estivo, dal fenomeno migratorio. L’evento è stato condotto dalla giornalista Rai Stefania Battistini, che ha presentato gli interventi di saluto del questore di Reggio Calabria Bruno Megale, del prefetto Massimo Mariani e del sindaco di Roccella Jonica Vittorio Zito.
Dopo la consegna di una targa ai mediatori linguistico-culturali per l’impegno profuso nelle procedure di accoglienza dei migranti, nel suo intervento il prefetto Giannini ha sottolineato che “Qui si sta verificando un’importante fenomeno migratorio. C’è però un sistema Paese che funziona, del quale la Polizia di Stato è componente fondamentale. Lavorando tutti insieme è stata data un’immagine veramente bella dello Stato. Essere vicini a chiunque è in difficoltà è il nostro compito, ma anche il compito della comunità della quale le forze di Polizia sono parte integrante. Con un lavoro costante, quotidiano, attento sono state fatte grandissime cose”. Tanti anni fa in Afghanistan – ha proseguito il prefetto Giannini –  ho toccato con mano la sofferenza dei bambini. Vederli accogliere e guardarli sorridere mi inorgoglisce e mi fa essere fiero delle mie donne e dei miei uomini e dell’intero sistema di sicurezza e accoglienza. “Infine – ha concluso il capo della Polizia Lamberto Giannini –  voglio ricordare il commissario capo Antonio Trotta, gli assistenti capo coordinatore Roberto Valastro e Maurizio Tuscano recentemente scomparsi. Aiutando queste persone in difficoltà e donando un sorriso ai bambini onoriamo la loro memoria nel modo migliore possibile”. Al capo della Polizia è stato consegnato in dono dal Questore un oggetto in ceramica realizzato dagli studenti del liceo artistico di Roccella.
La manifestazione si è conclusa con l’esibizione della Banda musicale della Polizia di Stato che ha eseguito diversi brani del proprio repertorio, alcuni dei quali interpretati dall’artista Manuela Cricelli, prima del consueto finale con l’Inno d’Italia. Prima di partecipare all’evento di Roccella Jonica, il capo della Polizia aveva fatto visita al commissariato di Siderno, dove, accompagnato dal questore di Reggio Calabria Bruno Megale, aveva incontrato i familiari dell’assistente capo coordinatore Roberto Velastro, deceduto il 12 dicembre per un malore ed una rappresentanza di personale in forza nell’Ufficio di Polizia. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/2261b9cea456cf4372520828

P.S.A. GROUP