La questura di Imperia: da 100 anni presidio di sicurezza

La questura di Imperia: da 100 anni presidio di sicurezza

Questa mattina, si sono svolte le celebrazioni per i 100 anni della questura di Imperia. Per l’occasione il capo della Polizia, Lamberto Giannini, si è collegato in video-conferenza con tutti i partecipanti durante uno degli eventi previsti presso il Palazzo Civico all’interno della Sala Consiliare della città. Gli eventi principali si sono svolti alla presenza delle autorità civili, militari e religiose e hanno avuto inizio con l’inaugurazione dei nuovi locali della Squadra mobile presso la Questura; a tagliare il nastro, il questore della città Giuseppe Felice Peritore e la benedizione impartita dal cappellano della Polizia di Stato don Ivan Cattaneo.
All’inaugurazione erano presenti il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti, il sindaco Claudio Scajola, il prefetto Armando Nanei e il procuratore della Repubblica, Alberto Lari. Conclusa l’inaugurazione dei nuovi locali della Squadra mobile, tutta la delegazione ha raggiunto il Molo San Lazzaro dove è stata allestita una Sala regia adibita per la videosorveglianza della città, costituita con i fondi del ministero dell’Interno e con il compito d’intensificare il controllo in ambito cittadino. La cerimonia celebrativa per i 100 anni si è tenuta presso Palazzo Civico all’interno della Sala Consiliare ed è stata moderata dal portavoce della Questura, Maria Livia Zuppa. Per l’occasione il Questore, dopo un breve discorso introduttivo, ha donato al Sindaco e al presidente di Regione una ceramica in ricordo dell’evento, realizzata dal maestro Domenico Boscia e raffigurante la cupola del Duomo di San Maurizio con lo stemma araldico della Polizia di Stato. Nella stessa circostanza è stato presentato anche il libro per la ricorrenza dei 100 anni della Questura, curato dal precedente questore di Imperia e attuale di Siena, Pietro Milone. La cerimonia è proseguita con i vari interventi dal podio del Sindaco, del presidente di Regione, della curatrice della sezione del libro relativa all’immobile sede della Questura, Teresa Anfossi e del curatore della sezione che si è occupata dell’evoluzione dell’Istituzione della Questura, Gianni De Moro e la proiezione di un breve video rappresentativo relativo alla Sala regia adibita alla sorveglianza. Subito dopo c’è stata la presentazione dei lavori degli studenti della Provincia che hanno aderito alle celebrazioni con lavori rappresentativi dell’impegno sul territorio del presidio di sicurezza. Il primo lavoro è stato realizzato dal “liceo linguistico e scienze umane Amoretti e artistico” di Imperia che ha presentato un video contro la violenza sulle donne; di seguito, la lettera di Manfredi Borsellino al padre, letta dagli studenti dell’Istituto tecnico “Marconi” di Imperia e la presentazione del presidio istituito all’interno dell’Istituto nautico “Galilei” di Libera, Associazione contro le mafie. Per l’occasione è intervenuto lo studente Tommaso Rosa, promotore dell’iniziativa insieme ad altri compagni. Infine, da Roma si è collegato il capo della Polizia Lamberto Giannini che ha partecipato all’evento conclusivo in videoconferenza e ha concluso la cerimonia con un discorso nel quale ha ricordato come “La Questura non è solo un palazzo come tanti ma è un luogo dove s’intrecciano le vite delle persone. Un luogo dove, da sempre, si è cercato di mantenere saldo un servizio importante al leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/15618270469a349740894377

P.S.A. GROUP