Europei di nuoto: argento per Miressi, Ceccon e Orsi, bronzo per De Tullio

Europei di nuoto: argento per Miressi, Ceccon e Orsi, bronzo per De Tullio

Sono iniziati bene per i colori delle Fiamme oro i Campionati europei di nuoto in vasca corta. Nella prima giornata della XXI edizione della rassegna continentale, in svolgimento fino al 7 novembre nella piscina dell’Aquatic Palace di Kazan (Russia), i portacolori cremisi sono saliti sul podio portando due medaglie all’Italia. Il primo è stato Marco De Tullio, che si è piazzato terzo nella finale dei 400 metri stile libero, poi è stata la volta della staffetta veloce 4×50 stile libero maschile con i nostri Alessandro Miressi, Thomas Ceccon e Marco Orsi che, insieme all’azzurro Lorenzo Zazzeri, hanno conquistato la medaglia d’argento. Bella ed emozionante la finale dei 400 stile libero con Marco che fino alla fine ha insidiato la medaglia d’argento vinta dall’altro italiano Matteo Ciampi che lo ha anticipato sul traguardo di due decimi. Entrambi gli azzurri hanno nuotato sui massimi livelli, realizzando il loro personal best in vasca da 25 metri, che non è bastato a contrastare l’olandese Luc Kroon, vincitore della medaglia d’oro. “Le Olimpiadi non sono andate come avrei voluto – ha detto il nuotatore cremisi commentando la gara – e ciò mi ha portato ad apportare alcuni cambiamenti nella mia vita d’atleta. Sono molto contento del bronzo, che rappresenta molto per me. Mi sento bene in acqua e anche il tempo di oggi mi trasmette grande fiducia per il futuro: sarà una stagione lunghissima”. Argento con un po’ di amaro in bocca per la staffetta 4×50, che ha visto sfumare la medaglia più preziosa grazie allo sprint finale dell’ultimo frazionista olandese, bravo a precedere quello azzurro di appena tre centesimi di secondo. Medaglia di bronzo per i padroni di casa della Russia. Grande ritorno ad alti livelli per il velocista delle Fiamme oro Marco Orsi, autore di un’ottima prova: ”Sono ancora qui a dar battaglia, in mezzo a tanti giovani ed è molto motivante. Ho ancora tanto da dare e le motivazioni non mancano mai”. “Ho rotto il ghiaccio ed è venuto un buon argento – ha detto Miressi con la medaglia al collo – certo quei due centesimi dal record italiano un po’ bruciano. Questa è una staffetta ben assemblata e che può crescere ancora”. Infine, il commento di Ceccon: “Non è questa la mia specialità, ma è andata piuttosto bene”. Sergio Foffo leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/1661826c586c0ee032783397

P.S.A. GROUP