Sicurezza e legalità: firmato accordo con l’Università degli Studi Roma Tre

Sicurezza e legalità: firmato accordo con l’Università degli Studi Roma Tre

È stato siglato oggi a Roma un protocollo d’intesa tra il Dipartimento della pubblica sicurezza e l’Università degli Studi Roma Tre-Dipartimento di Giurisprudenza finalizzato allo sviluppo di progetti di formazione avanzata e di ricerca, con lo scopo di potenziare le conoscenze degli studenti nelle materie legate alla cultura amministrativa e alla sicurezza. L’accordo è stato firmato nella sede del nuovo Rettorato dell’Ateneo in via Ostiense dal capo della Polizia Lamberto Giannini, dal rettore Luca Pietromarchi e dal direttore del Dipartimento di giurisprudenza Giovanni Serges. Presenti alla cerimonia anche il vice capo della Polizia preposto all’attività di coordinamento e pianificazione delle Forze di Polizia Maria Teresa Sempreviva e il prorettore Marco Ruotolo che hanno contribuito alla definizione del progetto. L’intesa mira a rafforzare la connessione tra il mondo della formazione e le istituzioni, promuovendo forme di collaborazione anche con riferimento a nuovi paradigmi formativi, con finalità di informazione sulle attività e sulle carriere dell’Amministrazione della pubblica sicurezza e di orientamento nelle scelte professionali a beneficio degli studenti di Giurisprudenza. Inoltre è intenzioni delle Parti favorire la promozione della legalità nelle diverse forme di espressione, anche mediante attività di ricerca in materia, che potranno essere poi oggetto di pubblicazioni scientifiche. Attraverso iniziative di formazione (lezioni, seminari, stage, workshop), le nuove generazioni avranno la possibilità di approfondire l’organizzazione e il funzionamento dell’Amministrazione della pubblica sicurezza, sviluppando conoscenze e competenze tramite l’analisi di casi pratici riguardanti i principi generali dell’azione amministrativa e le attività della polizia giudiziaria. Il Capo della Polizia ed il Rettore hanno espresso grande soddisfazione per questa intesa, che potrà costituire un prezioso modello di partenariato da replicare anche in altri settori. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/3860f97a63878e6746966591

P.S.A. GROUP