Vigilanza Privata e alta tecnologia contro la paura: un talk show

Vigilanza Privata e alta tecnologia contro la paura: un talk show

In un’Italia che ormai ha paura di tutto, anche delle persone, e con una pandemia che ha posto la casa al centro della vita non solo della vita familiare, ma anche lavorativa e scolastica, che ruolo può svolgere la vigilanza privata per fornire quella sicurezza che ormai è sempre meno percepita, anche al netto della consumazione di reati?

Ne hanno parlato Stefan Konrad Mendez, Managing Director di Verisure Italia; Roberta Rubbino, psicologa e psicoterapeuta dell’Istituto A.T. Beck; Luca Famiani, Segretario Generale Piùservizi e Presidente di Federsicurezza Centro; Anna Maria Domenici, Segretario Generale di UNIV e Michele Altomari, Vice-Direttore Operations di Verisure Italia, sotto la sapiente regia del giornalista Simone Cosimi, il 16 Giugno 2021 in un talk show in streaming intitolato “Home Security: Alta Sicurezza in Alta Definizione”. Al centro del dibattito, il nuovo concetto di sicurezza emerso dalla pandemia e la casa come rifugio da custodire e proteggere con l’ausilio di tecnologie e uomini.

Come emerso dall’indagine Censis-Federsicurezza, infatti, nonostante il calo dei reati, gli italiani hanno sempre più paura e un intervistato su due vuole installare un allarme e considera essenziali telecamere di videosorveglianza e collegamento ad una Centrale Operativa. Verisure Italia, multinazionale n°1 in Europa e in Italia nel settore degli allarmi monitorati per residenze e attività commerciali, ha risposto a questo bisogno acquisendo Arlo e integrando le sue telecamere ad intelligenza artificiale all’interno del sistema di allarme Verisure collegato alla Centrale Operativa.

E’ proprio l’integrazione uomo-tecnologia la chiave per rispondere alle nuove e sempre più complesse richieste di sicurezza degli italiani: “la presenza fisica di un soggetto preposto a mantenere la sicurezza, infatti, è fondamentale per ottenere un effetto deterrente, che si lega a doppio filo al tema di una sicurezza percepita che si fa ormai sempre più divaricata rispetto a quella reale” – ha affermato Anna Maria Domenici.

Per ripartire tenendo a mente la lezione del Covid, occorre oggi più che mai trovare un punto d’incontro tra uomini e tecnologie. Non dimentichiamo che il focus ora è spostato sul residenziale: il lockdown ha trasformato la casa in un vero hub di connettività, servizi, lavoro e scuola che esige in primo luogo sicurezza” – ha chiosato Luca Famiani.

Anche per la dott.ssa Roberta Rubbino, psicologa e psicoterapeuta dell’Istituto A.T. Beck, sicurezza è la parola chiave: “un furto in casa viola i nostri confini personali e genera paura, rabbia, frustrazione, tristezza per aver perso oggetti di valore economico ed emotivo. La paura che il trauma di possa ripetere può generare una sintomatologia post-traumatica caratterizzata da pensieri intrusivi, ipervigilanza, attacchi di panico, fluttuazioni nel tono dell’umore e comportamenti compulsivi”. Per la dott.ssa Rubbino, il supporto di un altro essere umano in situazioni di pericolo può essere prezioso, riducendo il senso di solitudine e vulnerabilità.

Il fattore umano, come quello offerto dalla nostra Centrale Operativa, gioca un ruolo fondamentale in contesti di panico e di emergenza, soprattutto se supportato da strumenti tecnologici innovativi in grado di fare la differenza” – ha concluso Stefan Konrad Mendez, Managing Director di Verisure Italia. “Con l’acquisizione leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/vigilanza-privata-e-alta-tecnologia-contro-la-paura-un-talk-show-7432.html

Category: Primapagina

P.S.A. GROUP