Volontari che sembrano poliziotti al Tulipark: e la vigilanza privata?

Volontari che sembrano poliziotti al Tulipark: e la vigilanza privata?

19 marzo, Villa De Sanctis, inaugurazione del Tulipark a Roma. Alla presenza dell’ambasciatrice olandese e del minisindaco capitolino Giovanni Boccuzzi, alcuni membri della “Guardia nazionale ambientale” si aggirano nel parco bardati di tutto punto: mimetica, cinturone, distintivi, stemmi, palette, autopattuglia, lampeggianti e pistole al peperoncino nella fondina. Cosa c’è di strano? Che la Guardia nazionale ambientale è un’associazione di volontariato (per la precisione: Organizzazione Nazionale non Lucrativa di Utilità Sociale non Governativa riconosciuta dallo Stato con Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, come si legge nel sito). Dunque non è autorizzata a detenere dispositivi o simboli che richiamino le forza di polizia o la vigilanza privata (a sua volta obbligata a non utilizzare divise, gradi, loghi o stemmi che possano richiamare le FFOO). La cosa più strana (ma nemmeno troppo) è che il V Municipio per la sicurezza e la vigilanza di Roma ha sottoscritto con questa associazione un contratto per gestire la sicurezza di Villa De Sanctis. Quali credenziali erano state chieste, non è dato sapere. Certo è che è stato denunciato il Presidente dell’Associazione.

La Guardia Nazionale Ambientale, si legge sul sito ufficiale, aggrega donne ed uomini che “in forma democratica ed attenti ai dettami della Legge 266/1991, si confrontano e si uniscono per la salvaguardia dell’ambiente. E’ parimenti un’organizzazione dotata di un organigramma di tipo piramidale, attenta al rispetto dei singoli ruoli, fatta di volontari che, liberamente e senza alcuna differenza, hanno scelto di dedicare una parte del proprio tempo libero agli altri e alla natura in tutte le sue espressioni”. E in effetti l’organigramma è decisamente piramidale (sono quasi tutti ex funzionari della difesa) e i membri si attribuiscono titoli e gradi analoghi forze dell’ordine.

Mentre le indagini sono in corso, la morale è: Mai dire che il sistema dei controlli una volta tanto ha funzionato, perché la figura meschina è sempre dietro l’angolo.
E stavolta l’abbiamo fatta pure alla presenza dei cugini Olandesi, sempre così generosi di complimenti per il nostro stile di vita allegro e disinvolto, la nostra trasparenza e cristallina serietà nel disporre della cosa pubblica, il nostro specchiato rispetto delle regole…

 

 

The post Volontari che sembrano poliziotti al Tulipark: e la vigilanza privata? appeared first on Vigilanza Privata Online.

leggi tutto

From: https://www.vigilanzaprivataonline.com/primapagina/volontari-che-sembrano-poliziotti-al-tulipark-e-la-vigilanza-privata-9880.html

Category: Primapagina, Riforma Tulps, guardia giurata volontaria

P.S.A. GROUP