Nuoto di fondo: riparte la Coppa del mondo con il bronzo di Paltrinieri

Nuoto di fondo: riparte la Coppa del mondo con il bronzo di Paltrinieri

Nella prima tappa delle World series 2021 di nuoto di fondo c’erano quasi tutti i più forti specialisti del nuoto in acque libere, e tra di loro c’era anche il nostro Gregorio Paltrinieri che si è preso subito un’ottima medaglia di bronzo. Dopo un anno di interruzione forzata, causata dalla pandemia, la Coppa del mondo è ricominciata proprio da Doha (Qatar) dove, il 15 febbraio 2020, si era svolta l’ultima gara. Per il campione olimpico dei 1.500 stile libero è stato un ottimo riscontro del lavoro svolto al Sestriere nei mesi invernali, in preparazione della stagione che culminerà con i Giochi olimpici di Tokyo, dove il campione delle Fiamme oro sarà impegnato nelle discipline in piscina e in acque libere. Nella 10 chilometri maschile Paltrinieri ha dato dimostrazione di una forma già a buon livello, rimanendo sempre nel gruppo di testa. Al sesto chilometro è passato in testa, conducendo la gara per oltre due chilometri. Poi il francese Olivier ha piazzato l’affondo decisivo, guadagnando il comando della gara e qualche secondo di vantaggio che ha mantenuto fino al traguardo, chiudendo con il tempo di 1h52’02”04, davanti all’ungherese Rasovszky (1h52’05”5) e a Paltrinieri, che ha concluso con il crono di 1h52’07”09. Buona la prestazione dell’altro portacolori delle Fiamme oro Mario Sanzullo, anche lui già qualificato per Tokyo, che si è piazzato al quarto posto. “Sono contento del terzo posto, proprio perché  – ha detto il campione cremisi – una medaglia in Coppa del mondo è sempre bella da conquistare. È stata una gara difficile perché c’era un vento pazzesco che sfiorava i 50 chilometri orari, corrente forte e condizioni non ottimali anche per le mie caratteristiche. Sono riuscito a stare davanti abbastanza, poi verso la fine c’è stata bagarre generale, sono rimasto indietro e sono riemerso in rimonta negli ultimi 500 metri. Quelli che mi sono arrivati davanti sono Olivier e Rasovszky, tra i più forti e che hanno vinto molto nelle acque libere internazionali. Chiudere al terzo posto questa gara ci può stare”. Fiamme oro in gara anche tra le donne, con Giulia Gabbrielleschi e Barbara Pozzobon, arrivate rispettivamente ottava e decima. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/16604f8a31e048d433482975

P.S.A. GROUP