Milano: Gabrielli ricorda il capitano Tantimonaco

Milano: Gabrielli ricorda il capitano Tantimonaco

Giornata di impegni a Milano per il capo della Polizia Franco Gabrielli, che in mattinata ha presenziato alla cerimonia di commemorazione del capitano di P.S. Pietro Tantimonaco. A 40 anni dalla morte, avvenuta a seguito di un incidente stradale avvenuto mentre si recava da Cinisello Balsamo (Milano) alla sede del 2° gruppo Volanti della questura di Milano, dove prestava servizio, è stato scoperto il cippo commemorativo restaurato. Il monumento a lui dedicato è stato ristrutturato e posto in modo più accessibile, proprio nel punto dove avvenne l’incidente stradale, in viale Fulvio Testi, a Cinisello Balsamo. Ricordando il capitano Tantimonaco, che tutti chiamavano Piero, anche se il suo nome di battesimo era Pietro, il capo della Polizia ha sottolineato che: “Erano tempi complicati, in cui chi serviva il Paese in divisa, usciva la mattina ma non aveva la certezza di fare ritorno. Il 1981 è uno degli anni più tragici della storia di questo Paese, in cui decine di poliziotti, carabinieri, finanzieri, magistrati, giornalisti, politici, diedero la loro vita al terrorismo e alla criminalità organizzata”. Poi il Prefetto ha aggiunto: “Più che ricordare Piero per come ci ha lasciato, ricordiamo l’uomo, il servitore dello Stato, il familiare, il ragazzo che credeva profondamente che vestendo quella divisa, avrebbe scelto di essere al servizio della comunità. Non saremo mai sufficientemente grati a quei colleghi per quello che hanno rappresentato, per l’insegnamento che ci hanno dato, perché non solo ci hanno indicato una strada, ma soprattutto perché ci hanno indicato il modo di percorrerla”. In conclusione Gabrielli ha aggiunto: “Auguro a questo pezzo d’Italia che tutte le volte che si passerà di qua, incrociando questo cippo, si possa pensare alle donne e agli uomini che vestono una divisa, per la loro idealità, ma soprattutto perché sono al servizio delle comunità la cui sicurezza ci è stata affidata”. Alla cerimonia erano presenti il prefetto di Milano Renato Saccone, il questore Giuseppe Petronzi, il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi, nonché i familiari della vittima e varie autorità civili e militari della città. Successivamente il capo della Polizia, insieme al Prefetto e al Questore, si è recato presso il polo fieristico Fieramilanocity allestito, per esigenze legate al coronavirus, a centro vaccinale del Policlinico di Milano, nel quale vengono vaccinati gli appartenenti alle Forze dell’ordine. A seguire il prefetto Gabrielli ha fatto visita in Questura, dove ha incontrato il personale che opera nella provincia milanese e le rappresentanze sindacali.
  leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/136030f71c8f4c6613543223

P.S.A. GROUP