Ferroviaria: i risultati dell’ultima settimana

Ferroviaria: i risultati dell’ultima settimana

Prosegue l’attività della Polizia ferroviaria che nella settimana appena trascorsa ha arrestato 23 persone, ne ha indagate 207 e ne ha controllate oltre 100mila. L’attività è stata svolta attraverso le 5.265 pattuglie impegnate nelle stazioni e le 718 a bordo di oltre 700 treni; sono stati predisposti, inoltre, 283 i servizi antiborseggio. Gli operatori di Polizia, nel corso della settimana, hanno accertato 253 violazioni amministrative, rintracciato 19 minori non accompagnati e riaffidati alle famiglie o alle comunità e sorpreso 65 cittadini stranieri in posizione irregolare. Il 12 gennaio scorso su tutto il territorio nazionale per il contrasto al fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario si è svolta l’operazione “Oro Rosso”. I 611 operatori impegnati nell’Operazione hanno controllato circa 1.517 persone; hanno controllato 278 rottamai, eseguito130 servizi di pattugliamento lungo linea ferroviaria e 76 su strada ed hanno emesso 5 sanzioni amministrative per un importo di oltre 6 mila euro. In particolare, nello scalo ferroviario di Milano Lambrate, nel corso dell’Operazione, è stato arrestato un cittadino mentre tentava di tagliare con una sega dei cavi di rame. Il 50enne è stato trovato in possesso anche di un piede di porco e numerosi altri arnesi atti allo scasso. A Viterbo, è stato denunciato un uomo di 67 anni, titolare di un deposito di materiale ferroso con sede nella cittadina laziale che effettuava una attività di raccolta, recupero e smaltimento di rifiuti speciali senza la prescritta autorizzazione. Sono state sequestrate 43 batterie di grandi dimensioni stoccate irregolarmente. Nel corso della settimana, a Napoli è stato catturato un latitante di 33 anni, pluripregiudicato, ricercato da ottobre e condannato a quattro anni e quattro mesi di reclusione per rapina, estorsione, stalking e lesioni aggravate. L’uomo, è stato scovato dagli agenti in un’abitazione appartenente alla famiglia, nascosto in un’intercapedine alla quale si accedeva tramite un armadio a muro. A Siracusa, dopo un’indagine in merito ai ripetuti furti di gasolio da un locomotore in sosta presso la stazione di “Pantanelli”, gli agenti della polizia ferroviaria hanno eseguito un’ordinanza di obbligo di dimora nei confronti di un 47 enne dipendente di una ditta di pulizie operante all’interno della stazione. Dalle indagini è emerso che l’uomo, nell’arco di 4 mesi ha sottratto 14mila litri di gasolio.
  A Verona, i poliziotti hanno arrestato tre cittadini nigeriani, di 21, 26 e 28 anni per rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L‘arresto dei tre giovani è avvenuto con l’aiuto delle volanti della Questura. I tre sono stati individuati e bloccati dopo essere scesi da un convoglio regionale proveniente da Trento, con ancora in tasca la refurtiva, un telefono cellulare strappato di mano a un giovane connazionale a bordo di un altro convoglio. Una ragazza di 16 anni è stata rintracciata nella stazione ferroviaria di Bari. La ragazza, si era allontanata dalla comunità a cui era affidata ed è stata riconosciuta dagli agenti grazie alla descrizione fisica diramata nella denuncia di scomparsa. Una volta fermata, ha confidato ai poliziotti di voler raggiungere la famiglia per festeggiare il proprio compleanno. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/156005ab84b841c367248920

P.S.A. GROUP