Violenza domestica: la Polizia interviene a Ragusa e Siena

Violenza domestica: la Polizia interviene a Ragusa e Siena

Dopo l’ennesimo episodio di violenza nei confronti della convivente, un uomo è stato arrestato dai poliziotti del Commissariato di Comiso (Ragusa). La misura degli arresti è stata emessa a seguito di un’altra misura cautelare già in atto. L’indagato, non nuovo a simili comportamenti, dopo aver trascorso un periodo di custodia cautelare in carcere per fatti analoghi, era stato recentemente collocato agli arresti domiciliari grazie anche alla convivente che aveva manifestato la volontà di riaccoglierlo in casa. In particolare, la sera del 4 gennaio scorso, una volante era già intervenuta presso l’abitazione della donna, sempre per le percosse subite dall’uomo. In quell’occasione la vittima aveva riferito che anche la sera del 31 dicembre il suo compagno l’aveva aggredita con schiaffi e pugni. Ora a seguito dell’ultimo episodio, avvenuto la sera del 7 gennaio, per l’uomo sono scattate nuovamente le manette. Anche a Siena una donna dopo i continui maltrattamenti subiti ha denunciato il marito che è stato allontanato da casa con il divieto di avvicinamento ai familiari. La vittima, dopo anni di sottomissioni, violenze, atteggiamenti vessatori e denigratori da parte del convivente, ha trovato la forza di raccontare tutto ai poliziotti del Commissariato di Poggibonsi. A loro ha riferito dei continui maltrattamenti, di liti furibonde e lesioni causate da calci, pugni e dall’utilizzo di oggetti contundenti. Tutto ciò sopportato in silenzio per la dipendenza economica dal marito, per paura di ritorsioni fisiche e psicologiche e per proteggere il benessere psico-fisico del figlio. Dopo l’intervento della Polizia la vittima e il figlio minorenne hanno trovato rifugio presso un domicilio protetto. La Polizia di Stato, da sempre vicina alle persone più vulnerabili e indifese con campagne di sensibilizzazione e attività di prevenzione, invita le vittime di violenza a denunciare sempre i maltrattamenti subiti superando paure e diffidenze. La denuncia può essere fatta anche tramite l’App della Polizia di Stato “YouPol”, recentemente implementata per dare la possibilità di segnalare anche i reati di violenza domestica. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385ff8446f649fa890914570

P.S.A. GROUP