Botti di Capodanno 2021: i dati

Botti di Capodanno 2021: i dati

Anche quest’anno nonostante le restrizioni previste per il contenimento del Covid19 non sono mancati gli incidenti dovuti all’esplosione di prodotti pirotecnici per i festeggiamenti di Capodanno. È di un morto e 79 feriti, di cui 23 ricoverati, il bilancio per i festeggiamenti di Capodanno 202, con una leggera diminuzione dei feriti rispetto allo scorso anno (204). Purtroppo però anche quest’anno c’è stata una vittima. Ad Asti un ragazzo di 13 anni è deceduto a causa dello scoppio di una batteria di petardi che lo ha colpito all’addome. Lo scorso anno si sono registrati 9 ferimenti dovuti all’uso di armi da fuoco, mentre quest’anno si registrano 13 casi di cui uno con prognosi maggiore di 40 giorni. Sono inoltre diminuiti i minorenni feriti: quest’anno: sono stati otto quelli che hanno riportato lesioni rispetto ai 43 del 2020. Ancora una volta gli episodi più gravi che si sono verificati sono la conseguenza dell’uso sconsiderato di prodotti pirotecnici illegali. ad Avellino, un ragazzo di 17 anni è rimasto ferito da uno scoppio di un petardo, utilizzato sul balcone di casa, riportando la ferita all’occhio destro e alla mano sinistra. Le condizioni sono gravi con prognosi riservata. L’incidente è accaduto per l’uso di un petardo di categoria F2; durante la perquisizione, nell’abitazione sono stati rinvenuti e sequestrati altri due petardi di categoria F4;
a Caserta, in un primo incidente causato da una violenta deflagrazione avvenuta nel giardino di una casa che ha coinvolto due palazzine attigue e sette veicoli parcheggiati per strada ha ferito tre persone con prognosi in via di definizione. Ad Aversa un uomo ha riportato ferite al volto, all’occhio e all’emitorace sinistro dallo scoppio di un petardo con ustioni di primo e secondo grado e prognosi di quindici giorni; un altro uomo ha riportato ferite lacero contusa alla mano destra con prognosi di sette giorni.
a Vittoria, in provincia di Ragusa un uomo è rimasto ferito dallo scoppio di petardi avvenuto all’interno dell’abitacolo dell’auto sulla quale viaggiava in compagnia di un amico mentre erano intenti al lancio degli artifici per strada.
A Lanciano, in provincia di Chieti un uomo ha raccolto da terra un petardo inesploso la cui esplosione gli ha provocato il trauma della cornea dell’occhio destro con prognosi di 30 giorni;
  a Palermo un uomo è rimasto ferito dal lancio di una bomba carta mentre si trovava all’interno di un minimarket. Sempre a Palermo un ragazzo ha raccolto per strada una bomba carta ritenuta inesplosa e per l’esplosione ha riportato ustioni al volto e alla mano destra con prognosi di trenta giorni.
  ad Agrigento è rimasto ferito un ragazzo mentre si trovava in strada ed è in prognosi riservata per amputazione mano sinistra e ferite plurime.
  a Napoli una donna è rimasta ferita a causa di un proiettile vagante mentre si trovava sul balcone della propria abitazione riportando una ferita tra il setto nasale e lo zigomo senza compromissione dell’occhio ma con una prognosi maggiore di trenta giorni.
  leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/155fec44b36e6ca831757926

P.S.A. GROUP