Ciclismo: spettacolo Fiamme oro agli Europei su pista

Ciclismo: spettacolo Fiamme oro agli Europei su pista

I colori sono quelli azzurri della nazionale ma la scritta e il logo sul casco non lasciano dubbi, sono atlete delle Fiamme oro quelle che, sulla pista dell’impianto Kolodruma di Plovdiv (Bulgaria), hanno vinto tutte e tre le medaglie d’oro conquistate dall’Italia ai Campionati europei élite di ciclismo su pista. Fondamentale è stato il contributo delle portacolori cremisi al bottino di 14 medaglie, 3 d’oro, 7 d’argento e 4 di bronzo, che ha portato l’Italia al terzo posto del medagliere. La competizione continentale si è conclusa ieri, nello stesso modo in cui si era aperta l’11 novembre scorso: con una vittoria marcata Fiamme oro. Il primo metallo prezioso era arrivato da Martina Fidanza che si era imposta nello scratch, mentre quello di ieri lo ha conquistato la coppia cremisi formata da Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini nella madison. Nel mezzo c’è stato l’altro oro vinto sempre da Elisa Balsamo nell’omnium, l’argento di Rachele Barbieri nell’eliminazione e quello della squadra di inseguimento femminile ancora con le nostre Elisa Balsamo, Vittoria Guazzini e Rachele Barbieri, insieme alle azzurre Martina Alzini e Chiara Consonni. Ogni medaglia è una storia di sacrifici, fatica e sudore, che vengono ripagati con la gioia del podio, soprattutto quando sale in alto il tricolore e l’inno nazionale suona solo per te. Nella finale dell’omnium Elisa Balsamo ha dato spettacolo, imponendosi in cinque degli otto sprint della corsa a punti, piazzandosi così davanti alla britannica Kenny e alla russa Novolodskaya. Solo per cuori forti è stato il finale di gara della madison, con la coppia Balsamo-Guazzini che dopo il penultimo sprint, vinto da Vittoria, erano ancora sotto di tre punti rispetto al team russo. Decisiva è stata l’ultima volata di Elisa che, lanciata perfettamente da Vittoria, ha sprigionato tutta la sua forza sui pedali andandosi a prendere la vittoria dello sprint e la medaglia d’oro. leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/165fb2bcd2c64c6293528798

P.S.A. GROUP