Commissario

Commissario

MENU CONCORSI

Requisiti Altre procedure di assunzione Concorsi in atto Concorsi conclusi Tracce d’esame Normativa

Si accede tramite concorso pubblico, per titoli ed esami. Il bando viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ serie speciale “Concorsi ed esami”. REQUISITI Cittadinanza italiana; godimento dei diritti civili e politici; qualità di condotta previste dalle disposizioni di cui all’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; efficienza e idoneità fisica, psichica ed attitudinale all’espletamento dei compiti connessi alla qualifica, da accertare in conformità alle disposizioni contenute nel d.m. n. 198/2003 e nel d.P.R. n. 207/2015; per i candidati di sesso maschile soggetti alla leva, nati entro il 1985, essere in regola nei riguardi dei relativi obblighi e non essere stati ammessi al servizio civile in qualità di obiettori di coscienza, ovvero non aver assolto gli obblighi di leva quali obiettori di coscienza, salvo l’aver espresso formale e irrevocabile rinuncia al suddetto status.
LIMITE DI ETÀ Aver compiuto il 18° anno di età e non aver compiuto il 30° anno di età; TITOLO Dl STUDIO All’art. 3, commi 1 e 2 del d.lgs 5 ottobre 2000, n. 334 sono indicate le lauree magistrali o specialistiche a contenuto giuridico individuate con decreti ministeriali, adottati in attuazione dell’art. 4, comma 2, del regolamento approvato con decreto del Ministro dell’Istruzione dell’università e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270. CONDIZIONI OSTATIVE Non sono ammessi al concorso coloro che sono stati, per motivi diversi dall’inidoneità psico-fisica, espulsi o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o nelle Forze di polizia, ovvero destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare; non sono, altresì, ammessi coloro che hanno riportato condanna anche non definitiva per delitti non colposi, o che sono imputati in procedimenti penali per delitti non colposi per i quali sono sottoposti a misura cautelare personale, o lo sono stati senza successivo annullamento della misura, ovvero assoluzione o proscioglimento o archiviazione anche con provvedimenti non definitivi. MODALITÀ Dl SELEZIONE – FASI CONCORSUALI PROVA PRESELETTIVA Viene effettuata solo se il numero delle domande di partecipazione è superiore a cinquanta volte il numero dei posti messi a concorso e, comunque, non inferiore a tremila. Consiste in: quesiti con risposta a scelta multipla sulle seguenti materie: diritto penale, diritto processuale penale, diritto civile, diritto costituzionale, diritto amministrativo. I candidati che superano la prova preselettiva sono sottoposti a: PROVA Dl EFFICIENZA FISICA E ACCERTAMENTI PSICO-FISICI ED ATTITUDINALI Prove di efficienza fisica (corsa mt. 1000 — salto in alto — piegamenti sulle braccia); Accertamenti psico-fisici (esame clinico generale, prove strumentali e di laboratorio); Accertamenti attitudinali (accertamento dell’attitudine del candidato al servizio di polizia attraverso batterie di test collettivi e individuali, un colloquio psico-attitudinale e una intervista tecnica strutturata).
PROVE SCRITTE Le due prove scritte, della durata massima di otto ore ciascuna, vertono sulle seguenti materie: diritto costituzionale congiuntamente o disgiuntamente leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/1128

P.S.A. GROUP