Roma: la conclusione del 167° Anniversario con incontri in piazza

Roma: la conclusione del 167° Anniversario con incontri in piazza

Terminano oggi a Roma le iniziative legate al 167° Anniversario della fondazione della Polizia con proposte dedicate ai cittadini. In piazza San Giovanni Bosco (programma), da questa mattina, ci sono stati diversi appuntamenti in cui si sono esibiti i nostri atleti delle Fiamme Oro e i nostri colleghi a quattro zampe che hanno dato prova delle loro straordinarie abilità. Non è mancata neanche la solidarietà con l’Associazione donatori volontari della Polizia di Stato “Donatorinati”, che ha organizzato una giornata dedicata alla raccolta di sangue. A concludere la prima parte del programma dimostrativo la Fanfara della Polizia di Stato con l’esecuzione di famose marce, brani classici e popolari per chiudere con l’Inno d’Italia. Le dimostrazioni riprenderanno nel pomeriggio con l’esibizione degli atleti della scherma, disciplina che ha regalato all’Italia tante medaglie in competizioni internazionali. Successivamente entreranno in scena le unità cinofile e gli artificieri sempre molto applauditi da bambini e adulti. Alle 18.30 sarà la Fanfara a Cavallo che rappresenta una straordinaria fusione tra musica ed equitazione, a chiudere il sipario sul 167° Anniversario della fondazione della Polizia. La formazione musicale a cavallo si esibirà con musiche di Giuseppe Verdi, brani popolari e celebri colonne sonore. Nel finale dopo la famosa “marcia di Radetzky” verrà eseguita la Marcia d’ordinanza della Polizia di Stato, “Giocondità”; il concerto sarà chiuso dall’esecuzione del nostro inno nazionale. Nella piazza, inoltre, saranno esposte per tutta la giornata, le auto storiche e quelle più moderne della Polizia che danno il senso dell’evoluzione della nostra istituzione nel corso della storia, e stand tematici dove avere informazioni e scoprire la nostra attività operativa. I nostri stand La questura di Roma ospita il progetto “Questo non è amore…” per il contrasto alla violenza di genere e il progetto “Scuole sicure” per l’educazione alla legalità dei giovani cittadini. Presenti anche i medici della Polizia che sono a disposizione per effettuare alcuni accertamenti clinici, come la misurazione della massa corporea, il cardio check, per l’assetto lipidico-glicemico e la misurazione della pressione. La Polizia ferroviaria mostrerà l’utilizzo delle nuove tecnologie a supporto dell’attività operativa e illustrerà il progetto di educazione alla legalità denominato “train…to be cool”. Per i più piccoli sono previsti giochi e quiz sulla sicurezza ferroviaria con il rilascio dell’attestato “train…to be cool”. Con la Polizia delle frontiere si potranno provare le apparecchiature e le tecnologie utilizzate dagli uffici di frontiera nei porti e negli aeroporti nazionali per la verifica delle contraffazioni e delle falsificazioni dei documenti di viaggio. I più piccoli, invece, potranno ammirare una collezione di navi e aeroplani che rappresenta il contesto in cui opera la polizia di frontiera e giocare con i quiz conseguendo l’attestato con la dicitura “cittadino del mondo” con il proprio nome. L’ufficio storico ha organizzato l’esposizione dell’equipaggiamento, del vestiario e di vari oggetti che rappresentano la storia della Polizia di Stato. Una particolare attenzione è riservata ai cento anni dell’emblema della Polizia di Stato, con delle illustrazioni che rappresentano l’evoluzione nei diversi periodi storici dell’aquila, simbolo che accompagna la nostra istituzione sin dal leggi tutto

From: http://www.poliziadistato.it/articolo/385cb2f82507985182369689

P.S.A. GROUP